Sei in: Home » Articoli

Vaccini: verso la fiducia al Senato

Il Cdm avrebbe autorizzato ieri la fiducia sul decreto vaccini, oltre che su quello banche venete e Mezzogiorno
medico che vaccina bambina

di Marina Crisafi - Potrebbe essere approvato oggi al Senato il decreto vaccini. A quanto si apprende, infatti, il Consiglio dei ministri, ieri, ha autorizzato la fiducia su tre decreti all'esame del Parlamento: il dl banche venete, il dl Mezzogiorno e, appunto, il dl Vaccini.

Il provvedimento di conversione del decreto legge sarebbe quindi approvato da palazzo Madama per approdare blindato, di conseguenza, anche alla Camera, e diventare legge, sulla base del testo licenziato nei giorni scorsi dalla commissione sanità al Senato.

10 vaccini obbligatori

In base agli emendamenti introdotti dalla commissione del Senato al ddl 2856, tra le maggiori novità figura la riduzione dei vaccini obbligatori che diventano 10 in luogo dei 12 inizialmente previsti.

A diventare non obbligatori, ma fortemente consigliati saranno i vaccini antimeningococco B e C, antipneumococco e antirotavirus. Comunque, tutti dovranno essere offerti gratuitamente dall'Asl in base alle indicazioni del calendario vaccinale nazionale.

Rimangono obbligatori, invece, e gratuiti, per bambini e ragazzi da 0 a 16 anni, i seguenti vaccini: poliomielite, tetano, difterite, epatite B, hemophilus influenzae B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia, varicella.

Sugli ultimi quattro, tuttavia, verranno effettuate delle verifiche triennali relativamente ai dati epidemiologici e alle coperture vaccinali raggiunte: laddove si raggiunga la soglia del 95% che assicura l'effetto gregge, cesserà l'obbligatorietà.

I vaccini obbligatori saranno ritenuti fondamentali per l'iscrizione ai servizi educativi per l'infanzia (scuole materne e nidi) nonché per evitare sanzioni in caso di frequentazione della scuola dell'obbligo.

Multe ridotte ai genitori

Nella versione del testo licenziato dalla commissione, scendono anche le sanzioni per i genitori inadempienti. La multa andrebbe dai 500 ai 3.500 euro (in luogo dei precedenti 7.500 euro) e l'entità della sanzione varierebbe comunque in relazione al numero di vaccinazioni omesse.

Salta, inoltre, la possibilità di segnalare i genitori inadempienti alla procura presso il tribunale dei minori, che poteva comportare il rischio di perdita della potestà genitoriale.

Leggi anche: Vaccini: solo 10 obbligatori e multe ridotte per i genitori

(11/07/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Telemarketing: addio chiamate selvagge
» Biotestamento: è legge
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Spese straordinarie per i figli: il vademecum
» Pignoramento del Tfr: cos'è e limiti


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF