Sei in: Home » Articoli

Il sequestro presso terzi

Guida legale con fac-simile
simbolo euro con catena evoca concetto sequestro

di Valeria Zeppilli

Cosa è il sequestro presso terzi

Il sequestro presso terzi è una forma di sequestro conservativo in cui l'indisponibilità giuridica e materiale disposta dal giudice ha per oggetto beni del debitore che non sono in possesso di questo ma di terzi.

Si ricorda a tal proposito che il sequestro conservativo è uno strumento mediante il quale il creditore che teme fondatamente di perdere completamente il suo credito può conservare la garanzia patrimoniale del debitore presentando istanza affinché sia apposto un vincolo sui beni di quest'ultimo (vai alla guida: "Il sequestro conservativo - guida con fac-simile di ricorso").

Procedura

A disciplinare il sequestro presso terzi è l'articolo 678 del codice di procedura civile, il quale ne stabilisce le modalità di esecuzione, rinviando in primo luogo alle norme dettate per il pignoramento presso terzi ma effettuando delle opportune precisazioni.

In particolare, con l'atto di sequestro presso terzi il sequestrante deve imprescindibilmente citare il terzo a comparire dinanzi al tribunale del luogo in cui quest'ultimo risiede al fine di rendere la dichiarazione di cui all'articolo 547.

Sino all'esito del giudizio sul merito, resta sospeso ogni giudizio sulle controversie inerenti l'accertamento dell'obbligo del terzo, pur rimanendo ferma la possibilità per questo di richiedere l'accertamento immediato dei propri obblighi e subordinando al suo esito le pretese creditorie.

La dichiarazione del terzo

Nel caso in cui il terzo renda una dichiarazione contestata, non compaia o rifiuti di rendere la dichiarazione, su istanza di parte può instaurarsi un giudizio di cognizione volto ad accertare i suoi obblighi. Ad istruirlo sarà il medesimo giudice o, se è incompetente per materia o per valore, il giudice competente previa assegnazione alle parti (ad opera del primo) di un termine perentorio per la riassunzione, a pena di estinzione.

Se la riassunzione non avviene, così come se non viene instaurato il giudizio di cognizione, la dichiarazione del terzo diviene incontestabile a meno che non sia questo a chiedere l'accertamento dei propri obblighi.

Di conseguenza, nei casi in cui questa manca o è contestata, non è possibile eseguire il sequestro: il bene che ne costituisce l'oggetto, infatti, non è accertato come esistente.

Difficoltà indilazionabili

Se nel corso dell'esecuzione del sequestro sorgono delle difficoltà indilazionabili, ciascuna parte ha la possibilità di chiedere al giudice dell'esecuzione i provvedimenti temporanei occorrenti, che risultino idonei e opportuni. La richiesta può essere fatta anche verbalmente.

Fac-simile

Tribunale di ___________

Sez. Esecuzioni Mobiliari

Atto di sequestro presso terzi

Per

______________ nato a ___________ il __________ e residente in _______________, via ___________ n. ___ (c.f.: _____________________), elettivamente domiciliato in _________________, via _____________________ n. _____ presso e nello studio dell'Avv.___________ del Foro di ___________ (c.f.: ____________ fax ____________ pec _____________), che lo rappresenta e difende in virtù di procura in calce al presente atto.

Premesso che

- In data ____________, il sig. ______________ ha presentato al Tribunale di ___________ ricorso per sequestri conservativo (r.g.n. ____/____) nei confronti del sig. _________________, per garantire un importo complessivo pari a Euro _________;

- con ordinanza del ___________, il Tribunale di __________ ha accolto l'istanza cautelare e ha autorizzato il sequestro conservativo dei beni immobili, dei beni mobili e dei crediti appartenenti al sig. ___________ sino alla concorrenza dell'importo di Euro __________ in favore del sig. ____________;

- il sig. _______________ ha appreso che il sig. ________ è creditore di una somma pari a Euro _________ nei confronti del sig. ___________________;

- il sig. _________ ha quindi intenzione di sottoporre a sequestro i crediti che il sig. ___________ deve al sig. ___________________ sino alla concorrenza dell'importo di Euro ___________ maggiorato degli interessi e delle spese relative al presente procedimento.

Tutto ciò premesso, il sig. _____________________, come sopra rappresentato, difeso e domiciliato,

Cita

Il sig. ____________ nato a ____________ il _____________ e residente in _________ via ___________ n. ______ (c.f. _______________) a comparire dinanzi a comparire dinanzi al Tribunale di ______________, sezione Esecuzioni Immobiliari, sito in ______________ via _________________ n. ___ all'udienza che ivi si terrà il giorno ___________, ore di rito, con l'avvertimento che, non comparendo, si procederà come per legge;

Invita

Il sig. ____________ nato a ____________ il _____________ e residente in _________ via ___________ n. ______ (c.f. _______________) a rendere la dichiarazione di cui all'articolo 547 c.p.c. al creditore procedente entro dieci giorni a mezzo lettera raccomandata, ovvero a mezzo di posta elettronica certificata presso il domicilio eletto all'indirizzo del difensore costituito come sopra indicato,

Avverte

Il sig. ____________ nato a ____________ il _____________ e residente in _________ via ___________ n. ______ (c.f. _______________), che, in caso di mancata comunicazione della dichiarazione, la stessa dovrà essere resa comparendo in udienza e che qualora non dovesse comparire o, sebbene comparso, non dovesse rendere la dichiarazione di cui all'art 547 c.p.c., il credito pignorato o il possesso di cose di appartenenza del debitore, nell'ammontare o nei termini indicati dal creditore, si considereranno non contestati ai fini del procedimento in corso e dell'esecuzione fondata sul provvedimento di assegnazione ex art. 543, comma IV, c.p.c..

Luogo, data.

Avv. ________________


(Inserire procura alle liti)


Atto di sequestro conservativo

Io sottoscritto Ufficiale Giudiziario presso ______________, a richiesta del sig. __________ come in atti rappresentato e difeso, vista l'ordinanza emessa in data___________ dal Tribunale di ____________ con la quale è stato autorizzato il sequestro conservativo nei confronti del sig. ______ fino alla concorrenza dell'importo di Euro ___________ oltre interessi e spese,

ho ingiunto

al sig. ________________ di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito indicato il credito che è assoggettato ad espropriazione e i suoi frutti,

ho sequestrato

tutte le somme dovuta dal sig. _______ al sig. _________ a qualsiasi titolo e sino alla concorrenza di Euro ________ oltre agli interessi e alle spese del presente procedimento. Contemporaneamente ho intimato

al sig. ________________ di non disporre dei beni sequestrati senza ordine del Giudice.

Luogo, data

L'Ufficiale giudiziario __________________


Relata di notifica

In pari tempo, io sottoscritto Ufficiale Giudiziario presso ______________, a richiesta del sig. __________ come in atti rappresentato e difeso, ho notificato l'atto di citazione che precede unitamente al ricorso e decreto di sequestro conservativo:

- al debitore sig. ____________ residente in _________ via ___________ n. ______

- al terzo sequestrato sig. ____________ residente in _________ via ___________ n. ______

ivi recandomi e consegnandone copia conforme all'originale a mani di _______________

Luogo, data

L'Ufficiale giudiziario __________________

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(16/03/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Giudici Tribunale UE: selezione aperta anche agli avvocati
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f g+ t in Rss