Sei in: Home » Articoli

Trattenute sindacali sullo stipendio: è il lavoratore a decidere e può revocarle

L'operazione deve essere considerata cessione di credito e non delegazione di pagamento. Il fac-simile per la revoca
lavoro infortunio appalto costruzione

di Valeria Zeppilli – Chi sceglie di iscriversi a un sindacato e di far trattenere dal proprio stipendio le quote di iscrizione ad esso pone in essere un'operazione che deve essere considerata una cessione di credito ai sensi dell'articolo 1260 del codice civile.

L'art. 1260 c.c.

L'articolo 1260, infatti, prevede che il creditore può trasferire il suo credito a titolo oneroso o gratuito, anche senza il consenso del debitore. Le uniche condizioni sono che il credito non abbia carattere strettamente personale o che il trasferimento non sia vietato dalla legge.

Pur se le parti possono escludere la cedibilità del credito, poi, il patto non è opponibile al cessionario a meno che non si prova che egli lo conosceva al tempo della cessione.

La cessione delle quote di iscrizione al sindacato

La conseguenza della riconducibilità delle trattenute dallo stipendio delle quote di iscrizione al sindacato alla cessione di credito ex art. 1260 c.c. è, sostanzialmente, che il pagamento della quota resta dovuto se e in quanto il lavoratore aderisce al sindacato.

Ciò vuol dire che il recesso del lavoratore dal sindacato si configura come cessazione della causa di pagamento per sopravvenuto venir meno del collegamento con il negozio principale rappresentato dall'adesione sindacale.

La sentenza numero 5321/2017 della Cassazione

Tale ragionamento ha interessato recentemente anche le aule di giustizia.

Con la sentenza numero 5321/2017 (qui sotto allegata), la Corte di cassazione ha infatti escluso che la trattenuta delle quote di iscrizione al sindacato dallo stipendio segua invece lo schema della delegazione di pagamento ai sensi dell'articolo 1269 del codice civile.

In tal caso sarebbe essenziale il consenso del datore di lavoro delegato alla triangolazione tra lui, il lavoratore e il sindacato e legittimo il suo rifiuto ad aderirvi.

Revoca delle trattenute sindacali

L'adesione del lavoratore a un sindacato, peraltro, una volta effettuata si rinnova automaticamente di anno in anno, così come, di conseguenza, le trattenute per il pagamento delle quote associative.

In ogni caso, sia l'adesione che le trattenute delle quote associative dallo stipendio possono sempre essere revocate.

In che modo? Inviando via raccomandata un'apposita comunicazione, in duplice copia, al datore di lavoro e al sindacato.

La revoca ha effetto immediato.

Fac-simile revoca

Spett.le

Società ____________

Via _______________ n. ____

__________________ (__)

Spett.le

Sindacato __________

Via _______________ n. ____

__________________ (__)

Racc. a/r

Oggetto: revoca dell'adesione all'Organizzazione Sindacale ____________ e delle ritenute per quota associativa

Io sottoscritto ____________ nato a _______________ il _________________ e residente in ______________ via _______________ n. ____ (C.F. ______________) dipendente della ________________, sede di ___________ e impiegato nel seguente settore/reparto/unità _________ con la qualifica di ___________________ con la presente revoco ad ogni effetto di legge e di contratto l'adesione al sindacato _____________ e, conseguentemente, la delega conferita alla società ____________ per il versamento dei contributi sindacali in favore della predetta organizzazione sindacale.

La revoca deve intendersi con effetto immediato.

Tutto ciò premesso, io sottoscritto ___________ diffido espressamente la società _________ dal procedere ad ulteriori trattenute dal mio stipendio a tale titolo e in favore della stessa organizzazione sindacale.

Luogo, data __________

Firma ____________

Corte di cassazione testo sentenza numero 5321/2017
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(06/03/2017 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Avvocati anti crisi: divorzi a 200 euro
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Il falso ideologico
» Resto al Sud: 200mila euro da gennaio ai giovani


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF