Sei in: Home » Articoli

Bollo auto: quando si prescrive la cartella esattoriale?

La società di riscossione non può chiedere il pagamento decorsi tre anni dalla prescrizione del tributo
uomo mascherato che rappresenta un esattore delle tasse

Avv. Isabella Vulcano - Bollo auto: quando si prescrive la cartella esattoriale? Si tratta di un annoso problema che tuttavia, la Corte di Cassazione, con recente sentenza ha tentato di risolvere. Ma andiamo per gradi.

Qual è il termine di prescrizione del bollo auto?

Il bollo auto è un tributo il cui pagamento si prescrive dopo tre anni. Ciò significa che se l'utente non lo ha pagato, l'ente preposto non gli potrà più chiedere di pagarlo decorsi tre anni dalla scadenza del termine.

Tuttavia, Equitalia ha fatto valere spesso la tesi secondo la quale una cartella di pagamento che non venga impugnata nel termine previsto (60 giorni dalla notifica) sarebbe soggetta alla prescrizione di dieci anni. Ciò significa che l'Agenzia delle entrate poteva richiedere all'utente il pagamento degli importi contenuti nella cartella avvalendosi, appunto, del termine ordinario decennale di prescrizione. Secondo tale impostazione, quindi, se l'utente impugnava la cartella entro i 60 giorni poteva far valere la prescrizione di tre anni con riferimento al mancato pagamento del bollo auto ma se, al contrario, la cartella non veniva impugnata entro i 60 giorni, Equitalia poteva pretendere il pagamento entro i successivi dieci anni.

Cosa dicono le sezioni unite

Con pronuncia a Sezioni Unite (cfr. n. 23397/2016), la Cassazione ha chiarito che se anche la cartella esattoriale non viene impugnata nei 60 giorni dalla sua notifica, il termine prescrizionale è quello riferito al tributo riportato nella cartella stessa. Per cui, nel caso del bollo auto, si avrà prescrizione triennale e non decennale. Ciò significa che se il contribuente riceve dopo più di tre anni, un fermo amministrativo o un pignoramento, tali misure sono illegittime perché il pagamento del tributo che sta alla base (il bollo auto, appunto) è ormai prescritto.

Il decorso del termine


E' importante ricordare, riguardo al bollo auto, che il termine dei tre anni inizia a decorrere dal primo gennaio dell'anno successivo a quello in cui il tributo deve essere versato. A titolo di esempio: per il bollo auto che doveva essere pagato nel 2013 la prescrizione si è compiuta a partire dal primo gennaio 2017 (leggi in merito: "Bollo auto: Unc, dopo 3 anni le cartelle non vanno pagate"). 

Isabella Vulcano
Pagina Facebook: Avv. Isabella Vulcano
E-mail: i.vulcano@virgilio.it - Tel: 347.4345264
Indirizzo: Via E.Sorrentino 10, Rossano (Italia)
(09/02/2017 - Avv.Isabella Vulcano) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» Paga i danni il genitore che offende l'insegnante
» Agenzia Entrate: al via il concorsone per 650 funzionari
» Nessun reato per i cani che abbaiano tutta la notte
» Si può licenziare il lavoratore in malattia?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss