Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Terremoto: il contributo di Cassa forense per gli avvocati

I recenti eventi sismici rientrano a pieno titolo tra gli eventi che danno diritto ai contributi per catastrofi o calamità naturali
terremoto sisma

di Valeria Zeppilli – Tutti gli avvocati colpiti dai terribili eventi sismici che si sono verificati in Italia centrale ad agosto e ad ottobre 2016 possono ricevere un aiuto significativo anche da Cassa Forense.

In virtù di quanto previsto dall'articolo 14, lettera a3), del Nuovo Regolamento per l'Assistenza, la Cassa, infatti, riserva a tutti gli avvocati iscritti e in regola con l'invio del modelli 5 dei contributi per far fronte, in generale, a catastrofi o calamità naturali.

Misura del contributo

Tali contributi, più nel dettaglio, consistono nell'erogazione di somme di denaro nella misura deliberata secondo i criteri stabiliti dalla Giunta esecutiva e proporzionale al danno subito.

Destinatari

In generale, i destinatari del contributo sono gli avvocati che hanno la residenza e/o il domicilio professionale principale o secondario in una zona colpita da catastrofe o da calamità naturale dichiarata dalle autorità competenti.

È evidente, quindi, che i recenti eventi sismici rientrano a pieno titolo tra i requisiti richiesti per poter beneficiare dell'erogazione.

Danni

Quest'ultima, tuttavia, è corrisposta solo nel caso in cui a seguito dei predetti eventi gli avvocati abbiano riportato dei danni a beni immobili e/o a beni strumentali che incidono sulla loro attività professionale.

Domanda

La domanda va compilata utilizzando l'apposito modulo (qui sotto allegato), predisposto da Cassa Forense e scaricabile dal sito di tale ente previdenziale.

Essa deve essere corredata della documentazione idonea ad attestare l'entità del danno subito e della dichiarazione con la quale il Consiglio dell'ordine competente attesta che il richiedente, al momento dell'evento, aveva il domicilio professionale principale o secondario nell'immobile o negli immobili indicati.

Il modulo compilato e gli allegati vanno infine inoltrati a Cassa Forense a mezzo posta elettronica certificata all'indirizzo istituzionale@cert.cassaforense.it.

Cassa Forense: modulo assistenza catastrofi e calamità naturali
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(31/12/2016 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Avvocati anti crisi: divorzi a 200 euro
» Cassazione: addio mantenimento se il figlio non cerca lavoro
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Il falso ideologico
» Resto al Sud: 200mila euro da gennaio ai giovani


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF