Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Nasce "Collega" la nuova app per avvocati

Uno strumento formidabile per trovare un domiciliatario, un sostituto d'udienza o un collega per qualsiasi tipo di collaborazione
Logo dell'app collega

Buone notizie per gli avvocati: è appena nata una nuova app che si chiama "Collega" (collegaonline.it) e che promette di soddisfare le esigenze di chi ha nella necessità di trovare un sostituto d'udienza, un domiciliatario o semplicemente un collaboratore che possa svolgere adempimenti di cancelleria o altro.

Come si legge nella pagina di presentazione del prodotto, l'obiettivo dell'app è quello di velocizzare il compimento di numerose attività che non si ha la possibilità di svolgere di persona.

L'applicazione "Collega" può essere utilizzata non solo da uno smartphone, ma anche dal pc essendo disponibile anche la versione "Web App".

La pagina ufficiale da cui è possibile avere maggiori informazioni, scaricare l'App o accedere alla web app è: collegaonline.it

Cosa interessante è che una volta registrati e scaricata l'applicazione, si ha la possibilità di creare il Gruppo Preferiti, inserendo i nominativi dei colleghi che possono essere "filtrati" anche in base al foro di appartenenza.

Con i colleghi dei diversi gruppi sarà possibile interagire in tempo reale contattando solo chi, grazie alla app, è già a conoscenza del tipo di richieste ed è disponibile ad accettarle: basta inserire i dati e, immediatamente, si potrà visionare la lista degli avvocati a cui si può proporre un incarico o una semplice collaborazione.

Nel momento in cui un collega risponde alla richiesta, gli altri non saranno più disturbati.

Il tutto con un notevole risparmio di tempo e di energie.

Inoltre con Collega è possibile trovare un avvocato che già si trova nell'ufficio giudiziario prescelto e parlare immediatamente con lui. L'applicazione può risultare utile anche in situazioni di emergenza come nel caso in cui si rimanesse bloccati nel traffico o nel caso in cui il protrarsi di precedenti udienze ci dovessero impedire di raggiungere un'altra aula di udienza.

La buona notizia è che l'app Collega è gratuita per tutte le ricerche e le richieste che si vogliono fare. Si paga solamente l'avvocato a cui si è proposta la collaborazione, stabilendo in precedenza (e direttamente con lui) l'eventuale compenso.

(30/11/2016 - Redazione)
In evidenza oggi:
» Tutor: multe annullate se il verbale non riporta tutti gli elementi a garanzia del diritto di difesa
» Mille avvocati per l'Inps
» Cassazione: niente sanzioni a lavoratore assente per un giorno senza certificato
» Mille avvocati per l'Inps
» Processo civile: frazionamento domanda giudiziale e abuso processuale


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss