Sei in: Home » Articoli

Torrentz ha chiuso: ecco le alternative per scaricare legalmente

Alcuni siti, come Legit torrent, garantiscono la legalità dei torrent diffusi
donna che spia computer uomo per prove divorzio

di Valeria Zeppilli - Quest'estate gli "scaricatori seriali" hanno subito un'importante perdita: anche Torrentz ha chiuso. Il leader indiscusso della ricerca di file condivisi tramite peer to peer, dopo 13 anni, non esiste più.

Cos'è Torrentz

Cos'è, o meglio cos'era Torrentz? Si trattava, più precisamente, del più grande motore di ricerca dei torrent, una sorta di Google, che reindirizzava l'utente alle pagine dalle quali era possibile prelevare i file desiderati.

Il motivo esatto della sua chiusura non è chiaro: se per alcuni le ragioni sono indiscutibilmente connesse alla lotta alla pirateria, per altri sarebbero da ricondurre in qualche modo all'arresto del suo fondatore, avvenuto poco prima che il sito cessasse di esistere.

Di fatto, il sito non è bloccato ma è raggiungibile all'indirizzo Torrentz.eu, nel quale però è presente solo il seguente messaggio: "Torrentz.eu was replaced by Torrentz2.eu. A free, fast and powerful meta-search engine combining results from dozens of search engines".

In ogni caso, ciò che è certo è che se alcuni torrent che potevano essere prelevati da Torrentz erano perfettamente legali (come ad esempio le ISO di Ubunto), molti altri non lo erano affatto.

Se, quindi, indiscutibilmente ci sono molte altre alternative al sito, il problema rimane sempre lo stesso: avvalersene foraggia la pirateria. Ma non sempre!

Le alternative a Torrentz

E se c'è ancora oggi chi non riesce a farsene una ragione, la maggior parte degli "smanettoni" è già approdata verso nuovi lidi, alternative comunque valide dove trovare ciò che serve. Le possibilità sono diverse, solo per citarne qualcuna: isoHunt, Toorgle, ecc. E tra queste, spicca in particolare Legit Torrents che offre file completamente legali.

Legit Torrents

Le canzoni, i video, i libri e gli altri torrents offerti da Legit Torrents, infatti, sono solo quelli i cui autori hanno autorizzato la diffusione gratuita online.

Collegandosi alla pagina principale del sito (http://www.legittorrents.info/index.php), basterà fare click sulla spunta in alto a sinistra denominata Torrents e l'elenco dei file disponibili si aprirà davanti a noi. C'è anche un filtro che permette di visualizzarli selezionando la categoria di interesse (musica, film, giochi, libri e così via).

Chiaramente l'archivio è molto più limitato rispetto a quello dei siti che non si curano della lecita provenienza dei file diffusi, ma avvalersi di Legit torrent può permettere di dormire sogni più sereni e di dire addio a Torrentz in maniera meno dolorosa, favorendo la legalità

Leggi anche: Scarichi musica e film? Multe fino a 1.000 euro

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed � dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche � Diritto del lavoro presso l'Universit� 'G. D'Annunzio' di Chieti � Pescara
(01/12/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Cassazione: bisogna fermarsi sempre allo stop anche a strada libera
» Responsabilità medica: la Cassazione sminuisce le linee-guida
» Nuova tassa auto per il 2019
» Riforma processo civile: il no degli avvocati
» Carta d'identit elettronica anche alle Poste
Newsletter f g+ t in Rss