Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: fino a 145 euro all'ora per spiegare il referendum

Le ragioni del sì e del no danno vita a una nuova figura professionale, il consulente "super partes" per la comprensione della consultazione referendaria
sveglia con parole tempo contro denaro concetto consulenze

di Gabriella Lax - Nove italiani su dieci non hanno ancora compreso la proposta referendaria. Ma per chi ha ancora dubbi sul come votare al referendum del prossimo 4 dicembre, niente paura! Dal web, infatti, ecco in aiuto gli avvocati che spiegano il referendum costituzionale ... a pagamento. A pochi giorni dalla consultazione voluta dal Governo Renzi e dagli elettori italiani, se l'esito (e le sue conseguenze) sono ad oggi molto incerte, una cosa è sicura: ha fatto nascere una nuova figura professionale, il"consulente super partes per la comprensione della consultazione referendaria".

A lanciarlo, il portale "Prontopro.it" che ha presentato la creativa iniziativa mettendo a disposizione dei cittadini un gruppo di professionisti per spiegare, a pagamento, la riforma costituzionale del ministro Boschi e fare chiarezza, se possibile, sulle perplessità che affliggono molti elettori indecisi. Il servizio è stato inaugurato qualche giorno fa. La startup dell'ad Marco Ogliengo è solamente un intermediario che fornisce a vari professionisti (in questo caso agli avvocati), una piattaforma online da sfruttare per mettere sul mercato i propri servizi.

La tariffa relativa a questo specifico servizio è oraria e cambia di volta in volta, a seconda della preparazione dell'elettore che chiede lumi, ma può arrivare mediamente a toccare quota 145 euro all'ora.

Nello specifico, l'obiettivo è illustrare la riforma in maniera oggettiva, senza esprimere opinioni. Il servizio, infatti, è stato lanciato proprio per cercare di arginare la confusione generata dalla propaganda delle ragioni del "sì" e del "no" da parte dei comitati promotori.

Il primo passo per gli utenti sarà cercare sul portale "Costituzione esplicata". Il secondo step sarà rispondere a un breve questionario che valuta sommariamente il livello di conoscenza e le necessità e solo dopo aver risposto a tutte le domande si viene reindirizzati al professionista più adatto alle proprie esigenze, che fornirà un preventivo dei costi previsti.

(21/11/2016 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Successioni: dal 1° gennaio 2019 solo online
» Assegno mantenimento figli naturali: quale reato per chi non lo versa?
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato
» Bollette gas: dal 1 gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Cane senza guinzaglio nel cortile del condominio: cosa si rischia

Newsletter f g+ t in Rss