Sei in: Home » Articoli

Concorso magistrati 2017: in Gazzetta il bando. Domande entro il 15 dicembre

Per il diario delle prove scritte occorre attendere il 7 aprile 2017. In allegato il bando di concorso
sentenza cassazione giudice martello

di Valeria Zeppilli – Nella Gazzetta Ufficiale numero 90 del 15 novembre 2016 è stato pubblicato il bando di concorso per 360 posti di magistrato ordinario che il Ministero della giustizia ha indetto con decreto del 19 ottobre scorso (qui sotto allegato).

Modalità e termine di presentazione delle domande

Gli aspiranti magistrati devono pertanto affrettarsi: la domanda per partecipare al concorso va presentata entro il prossimo 15 dicembre.

Le modalità di compilazione e di invio, anche quest'anno, sono solo quelle telematiche e richiedono la registrazione al sito giustizia.it mediante codice fiscale, indirizzo e-mail personale e password.

Una volta eseguito l'accesso al portale, occorre compilare l'apposito form predisposto ed inviarlo al sistema. La notifica che quest'ultimo invia come riscontro, poi, deve essere salvata, stampata, firmata ed acquisita tramite scanner in formato pdf unitamente alla fotocopia del documento di identità.

Ultimo imprescindibile passaggio: il file così creato deve essere caricato sul portale e inviato al sistema, altrimenti la procedura non va a buon fine e la domanda non si considera presentata.

Diario delle prove scritte

Il decreto pubblicato in Gazzetta, oltre a regolamentare gli aspetti essenziali del concorso e i requisiti di accesso allo stesso, rinvia per la disciplina specifica delle prove scritte ad un apposito diario che sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica del 7 aprile 2017 e sul sito del Ministero della giustizia.

A tale pubblicazione è attribuita efficacia di notifica a tutti gli effetti.

DM giustizia 19 ottobre 2016
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(15/11/2016 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Casa familiare all'ex anche se la figlia va all'università fuori città
» Arriva la riforma del processo civile
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss