Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Il primo avvocato robot 'assunto' da uno studio legale

Dotato di intelligenza artificiale, si occuperà di diritto fallimentare e sarà in grado di svolgere il lavoro di 50 avvocati
Piccolo robot che lavora al pc
Si chiama Ross ed è il primo avvocato "robot", fatto di intelligenza artificiale, ad aver trovato lavoro presso lo studio legale Baker & Hostetler.

Per il momento Ross si occuperà solo di diritto fallimentare ma sarà in grado di svolgere il lavoro di ben 50 avvocati.

Realizzato dalla IBM Ross è in grado di comprendere le domande e di dare risposte con tanto di riferimenti e citazioni.

Non solo consente di migliorare le ricerche in ambito legale dato che può fornire solo le risposte più pertinenti (e non migliaia di risultati che spesso servono a poco) ma è anche in grado di tenere sotto controllo il contenzioso in modo da informare lo studio legale che lo ha "assunto" se ci sono sentenze recenti che possono risultare utili per una o più pratiche a lui "assegnate".

Ma la cosa più interessante è che Ross può apprendere dall'esperienza e migliorare le proprie "performance".

Come riporta la rivista futurism.com basta fare a Ross domande in un inglese semplice, come si farebbe con un collega, e Ross si mette al lavoro. Dopo aver letto leggi e sentenze darà la sua risposta citando le fonti normative e giurisprudenziali.
(18/05/2016 - VV AA) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Processo civile: nullo il giudizio se l'atto introduttivo è notificato in maniera incompleta
» Diritto all'immagine: scatta il risarcimento per la foto pubblicata senza consenso
» Lavoro: da domani in vigore le nuove regole sulle visite fiscali
» Eredità: la ripartizione dei debiti tra gli eredi
» CTU: la consulenza tecnica d'ufficio nel processo civile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss