Sei in: Home » Articoli

Banda larga: entro 4 anni in tutta Italia

Piano al via in 224 città. A maggio si parte da Perugia
internet veloce con cavo di fibra ottica

di Marina Crisafi – Banda larga per tutti con l'obiettivo di coprire l'intero territorio entro il 2020, "a 30 mega bps e arrivare al 50% di abbonamenti a 100 mega bps". Queste le parole del premier durante la presentazione di oggi a palazzo Chigi del piano sulla banda larga, insieme all'ad di Enel, Francesco Starace e alla presenza dei sindaci delle città che per prime usufruiranno del progetto.

Progetto che, stando alle dichiarazioni, dovrà essere esteso a 224 città con inizio il 29 aprile per le prime gare (per i "cluster" C e D della banda larga), giorno in cui l'Italia festeggerà i 30 anni dall'arrivo di Internet, e con i primi abbonamenti già pronti a maggio. Si parte da Perugia, poi sarà la volta di Bari, Venezia, Catania e infine Cagliari. Queste le prime cinque città capoluogo in cui partirà il progetto per proseguire, come annunciato dall'ad Enel, in autunno, con Firenze, Genova, Napoli, Padova e Palermo.

Quanto ai "nodi" da sciogliere, innanzitutto c'è quello delle risorse sulle quali Renzi ha parlato di "un fondo dello Stato" con 4,9mld del Cipe (di cui 3,5 già stanziati). Poi ci sono i "costi". La fibra superveloce di Enel farà risparmiare? Questo dipenderà dai prezzi applicati agli operatori. Staremo a vedere.

(07/04/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Avvocati matrimonialisti, boom di matrimoni tra over70 e badanti
» Processo civile telematico: serve l'attestazione di conformità per la copia cartacea della notifica via Pec
» Avvocati: dal 1° marzo comunicazione telematica per gli adempimenti di lavoro
» Divorzio: quando la moglie deve restituire il 50% delle rate del mutuo pagate per intero dal marito?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss