Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Ecco le materie che portano gli italiani più spesso dall'avvocato: il report messo a punto da "La Legge per tutti"

Nelle aule di giustizia, negli studi legali o in sede stragiudiziale, un prospetto sulle questioni per le quali i cittadini litigano di più
Due persone che litigano usando ciascuno un megafono

di Valeria Zeppilli – Complici la crisi economica e le innumerevoli possibilità di giungere a una soluzione stragiudiziale delle controversie, i cittadini sono sempre meno inclini ad affrontare un contenzioso.

Sempre più intimoriti dai costi, dalla tempistica dei processi, e dagli ampi margini di rischio dovuti anche al crescente numero di errori giudiziari, preferiscono... stare alla larga dalle aule dei tribunali.

Insomma, quali che siano le ragioni, il dato di fatto è che nel Bel Paese le cause civili instaurate dai cittadini sono in netto calo

Ma non illudiamoci: la litigiosità tipica del popolo italico non è scomparsa del tutto e le materie sulle quali gli italiani si fronteggiano dinanzi ai magistrati sono ancora molte.

Come emerge da un interessante report pubblicato dal portale "La legge per tutti" (consultabile qui), la principale fonte di contenzioso è il rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione, seguita, ma non immediatamente, da rapporti di locazione e fisco.

Chiudono la lista l'infortunistica stradale, l'opposizione a sanzioni amministrative e i rapporti sociali.

Ma la litigiosità degli italiani non emerge solo dalle liti che finiscono nelle aule dei tribunali.

Le materie nelle quali più spesso si fa ricorso alla consulenza legale, secondo quanto emerge dal report, sono la tutela del patrimonio dai debiti, ancora una volta il fisco e la separazione e il divorzio

In coda, invece, troviamo il recupero crediti, la riscossione esattoriale e il furto di identità.

A sorpresa, tra le materie oggetto di attività stragiudiziale troviamo poi il diritto all'oblio, i ricorsi in autotutela fiscale, la contrattualistica, i contratti di lavoro parasubordinato nonché i marchi e i brevetti.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(30/12/2015 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Cassazione: addio mantenimento se il figlio non cerca lavoro
» Anche quest'anno per Natale "regala" un avvocato
» Il falso ideologico
» Avvocati: ecco le nuove tariffe
» Quanti sono i tentativi di vendita nelle aste di beni immobili?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF