Sei in: Home » Articoli

Interessi legali: da gennaio allo 0,2%

In Gazzetta il decreto del Mef che fa scendere ancora il saggio già dimezzato lo scorso anno
interessi usura soldi

di Marina Crisafi - Ha imboccato una vera e propria discesa rapida il tasso di interesse legale che dopo essere stato dimezzato lo scorso anno (dall'1% allo 0,5%), dal 1° gennaio 2016 passerà allo 0,2%. Ad ufficializzare la soglia, ai minimi storici, è il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 291/2015 (qui sotto allegato).

La variazione del saggio, si ricorda, non è automatica ma sancita, facoltativamente, in base a quanto disposto dall'art. 1284 c.c., con decreto ministeriale (entro e non oltre il 15 dicembre dell'anno precedente a quello cui il saggio si riferisce, a pena di invariabilità), sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato di durata non superiore a dodici mesi e tenuto conto del tasso di inflazione registrato nell'anno.

Per il prossimo anno, l'ennesima riduzione del tasso è frutto dell'attuale stato di crisi in cui versa l'economia del Paese.

Il saggio di interesse legale si applica a tutti i rapporti contrattuali tra cittadini e Stato e anche a quelli tra i privati, laddove non venga concordato un tasso convenzionale.

Vedi:

» La risorsa per il calcolo degli interessi legali

» La risorsa per il calcolo congiunto di interessi e rivalutazione monetaria

Il decreto del Mef dell'11 dicembre 2015
(17/12/2015 - Marina Crisafi)

In evidenza oggi:
» Marito dispotico: separazione con addebito
» Cassazione: bigenitorialità non vuol dire tempi uguali coi figli
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» L'avvocato diventa sempre pi "fashion"
» Cassazione: bigenitorialit non vuol dire tempi uguali coi figli
Newsletter f g+ t in Rss