Sei in: Home » Articoli

Armi e consolidamento dell'aspettativa ad avere il rinnovo del porto di pistola per difesa personale

Nota di commento alla sentenza del Consiglio di Stato n. 3282/2015
pistola

Avv. Francesco Pandolfi - Continuando l'esplorazione del complesso mondo del diritto delle armi e ricavando dallo studio delle sentenze i criteri utili a guidare l'interessato verso il corretto impiego degli strumenti che l'ordinamento mette a sua disposizione per la tutela giuridica nel caso vengano respinte le sue istanze, passo a commentare sinteticamente la sentenza del Consiglio di Stato n. 3282/15, con la quale la suprema magistratura conferma ancora una volta che non è giustificabile l'approssimazione amministrativa ove neghi il rinnovo della licenza di porto di pistola per difesa personale omettendo di motivare bene le ragioni del diniego. 

E' questo un caso nel quale l'appello proposto dal Ministero dell'Interno si è rivelato del tutto inutile, atteso che il C.d.S. ha confermato la sentenza breve del Tar Abruzzo di annullamento del decreto prefettizio di diniego. 

Ragione piena quindi, come è giusto e conforme alla logica del diritto, al titolare del porto d'arma.

In presenza di una situazione immutata negli anni, dove la correttezza di comportamento del richiedente è stata ed è rimasta esemplare e mai si è avuta la percezione di abuso dell'arma, la discrezionalità amministrativa richiede necessariamente una motivazione rinforzata.

Anzi, ad essere ancora più precisi, quella originaria carenza di motivazione nel diniego non può essere "corretta in corso d'opera" quando l'amministrazione si trova in giudizio.

In definitiva, la pronuncia del C.d.S può essere utile in casi analoghi? Certamente: il fattore da tener presente nell'affrontare la causa è la mancanza di motivazione dell'amministrazione nel negare il rinnovo. 

Per contattare l'avv. Francesco Pandolfi

3286090590 francesco.pandolfi66@gmail.com

blog: www.pandolfistudiolegale.it


Francesco Pandolfi
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed è autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
(05/12/2015 - Avv.Francesco Pandolfi)
In evidenza oggi:
» Arriva la riforma del processo civile
» Condominio: condannato chi urla di notte per far smettere di abbaiare i cani
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss