Sei in: Home » Articoli

Whatsapp: attenti al messaggio su attacco a Roma. La polizia invita a cancellarlo subito. È una bufala

La procura ha annunciato apertura di un fascicolo di indagine
Logo whatsapp su telefono

di Marina Crisafi - Non è una delle solite bufale "simpatiche" o "strane" che siamo abituati a vedere sui social. Stavolta si tratta di un messaggio vocale che gira su Whatsapp in cui una madre invita la propria figlia che vive a Roma a non uscire di casa perché è imminente un attentato nel centro della capitale. Un messaggio che sembra a tutti gli effetti reale, in cui, come riportato da Adnkronos, la donna afferma di avere una fonte sicura di informazioni al ministero dell'interno e che ad essere colpiti saranno soprattutto i locali della movida romana e quindi i giovani.

Un messaggio che, dopo i fatti di Parigi dei giorni scorsi, com'era prevedibile si è diffuso di telefono in telefono provocando letteralmente una psicosi tra i moltissimi utenti italiani e sollecitando persino l'intervento del premier e della polizia.

Il primo ha reagito lanciando un messaggio vocale in cui invita a non cadere nelle trappole delle bufale; la seconda che attraverso lo spazio social "Agente Lisa" su Facebook ha condiviso la stessa bufala mettendo in guardia sulle leggende metropolitane. "In un periodo di allerta antiterrorismo – questo il testo del post che ha raggiunto, rassicurando, ben 2 milioni di persone – molti falsi allarmi mirano a generare caos e a far dilagare la paura. Occhio alla ‪#‎bufala 'fresca fresca' che gira su Whatsapp da ieri. Se vi capita di ricevere questo messaggio audio, cancellatelo".

Il rischio è quello di creare ulteriore panico, rallentando anche il lavoro delle forze dell'ordine, già impegnate a verificare i diversi allarmi sinora rivelatisi falsi.

Sul messaggio Whatsapp, intanto, la procura ha annunciato l'apertura di un fascicolo di indagine non appena in possesso degli accertamenti svolti dalla polizia.


(20/11/2015 - Marina Crisafi)
In evidenza oggi:
» Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino
» Basta impedire al padre di vedere il figlio per due giorni per commettere reato
» La chiusura delle indagini preliminari
» WhatsApp, cambiamenti e novità in arrivo
» Processo civile: le decisioni "a sorpresa" del giudice

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss