Sei in: Home » Articoli

Arriva la modifica del modello F24 con un click

L'Agenzia delle Entrate fa sapere che è ora possibile sfruttare il canale telematico Civis anche per correggere il modello
fisco computer redditometro telematico
di Valeria Zeppilli – Da oggi il modello F24 potrà essere modificato anche solo con un click

L'Agenzia delle Entrate, infatti, ha fatto sapere che è ora possibile sfruttare il canale telematico Civis anche per modificare il modello, nel caso in cui il contribuente si accorga di aver commesso un errore nella compilazione.

Si ricorda che il Civis è lo strumento attraverso il quale è possibile presentare all'Agenzia delle Entrate i documenti per il controllo formale e con il quale viene fornita assistenza ai contribuenti sulle comunicazioni di irregolarità, sugli avvisi telematici e sulle cartelle di pagamento.

A presentare il nuovo servizio è un comunicato stampa diffuso dalla stessa Agenzia il 26 ottobre scorso (qui sotto allegato).

Per accedere al canale Civis, spiega l'Agenzia delle Entrate, è necessario essere abilitati ai servizi telematici: solo così, selezionando l'apposito link, il cittadino potrà ricercare il modello da modificare e provvedere alla correzione.

L'avviso della conclusione della pratica, a richiesta del contribuente, sarà comunicato tramite sms. Ma gli utenti possono consultare l'esito della richiesta di modifica anche online.

Per rendere più fruibile il servizio, l'Agenzia ha predisposto e pubblicato sul proprio sito una guida all'utilizzo. Sul canale Youtube, poi, è stato caricato un video di presentazione del Civis F24, che preannuncia il vero e proprio video tutorial che sarà diffuso nei prossimi giorni, con sottotitoli in italiano e nelle principali lingue straniere.

La comunicazione tra cittadini e fisco, insomma, diventa oggi più semplice e veloce.


Leggi anche: La compilazione del modello F24


Agenzia delle Entrate - comunicato stampa Civis F24
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(29/10/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Addio definitivo alla SiaeAddio definitivo alla Siae
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF