lavori in corso id10547
Con la sentenza n. 29156 depositata il 21 luglio 2011, la Corte di Cassazione ha confermato la condanna ai danni di un imprenditore e del direttore dei lavori per non aver segnalato mezzo pesante che investe un'automobile in area dove mancano paletti per segnalate i lavori in corso. In particolare la prima sezione penale, in cinque pagine di motivazione, rigettando il ricorso dell'imprenditore e del direttore dei lavori e condannandoli al pagamento di pena pecuniaria, ha spiegato che si configura la contravvenzione di omesso collocamento di segnali a carico del legale rappresentante della società e del direttore dei lavori laddove, nell'ambito di lavori di manutenzione straordinaria, l'azienda abbia omesso di delimitare l'area in cui operava il mezzo pesante ribaltatosi creando danni fortunatamente solo alle cose: la segnalazione e l'interdizione al pubblico dell'accesso non richiedeva nella specie alcuna autorizzazione e, laddove fosse stata necessaria, l'asserita inerzia nel suo rilascio, non sarebbe comunque valsa a escludere la responsabilità degli imputati.

Scarica il testo della sentenza 29156/2011
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: