Sei in: Home » Articoli

Cassazione: si a costituzione parte civile del Coni in processo contro fornitori e utilizzatori sostanze dopanti

Con al sentenza n. 12750 la Corte di Cassazione ha stabilito che il Coni può costituirsi parte civile nel processo per la richiesta di risarcimento danni verso utilizzatori o fornitore di sostanze dopanti. A dirlo è la seconda sezione penale che ha accolto il ricorso del Coni che, in seguito al rigetto da parte della Corte d'Appello di Venezia della richiesta di costituzione di parte civile, aveva proposto ricorso per cassazione. Gli Ermellini, accogliendo la richiesta e rigettando la tesi accolta dai giudici di merito di secondo grado, hanno precisato che la legittimazione a costituirsi parte civile spetta a chiunque “subisca un danno, sia pure morale, dalla perpetrazione del crimine”. Quindi la “parte civile” può essere non solo la parte offesa dal reato ma anche chi subisca un danno, sia pure morale”.
Altre informazioni su questo argomento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/04/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF