Sei in: Home » Articoli

Federalismo municipale: Mef presenta il muovo decreto di riforma della economia locale

soldi euro
E' stato presentato sul sito del MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze) il decreto approvato ieri sul federalismo fiscale che riforma l'economia locale sostituendo trasferimenti statali con tributi comunali. Come si legge in una skeda di Adnkronos secondo le indicazioni del Ministero con il nuovo decreto "si passa dalla finanza derivata a quella autonoma, sostituendo oltre 11 Mld di trasferimenti statali annui - assegnati in base al criterio irrazionale della spesa storica - con tributi propri e compartecipazioni. Si riforma cosi' la finanza locale alimentata, oltre che dai trasferimenti, da ben 18 fonti di gettito (dall'Ici alla ''tassa sull'ombra''). Vengono eliminate o accorpate ben 10 delle 18 attuali forme impositive. Le imposte locali diventano 'tracciabili' ".
Dal 2014, alcuni tributi statali sono assorbiti nelle imposte municipali propria e secondaria, senza aggravio per il contribuente. Il decreto sul fisco comunale riduce pero' anche le altre imposte: con la cedolare secca l'imposizione sui redditi da affitto passa al 19% e al 21%, rispetto a un'aliquota che oggi puo' superare il 40%. Le imposte sui trasferimenti immobiliari vengono ridotte dell'1%.
Altre informazioni su questo argomento
(04/02/2011 - Notiziario)
Le pił lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: tornano le tariffe minime, depositato il disegno di leggeAvvocati: tornano le tariffe minime, depositato il disegno di legge
Preservativi meno cari e distribuiti nelle scuolePreservativi meno cari e distribuiti nelle scuole
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF