Sei in: Home » Articoli

Privacy: Google, pronti a collaborare dopo errore raccolta dati WiFi da vetture di Street View

google id9042.png
Dopo che il Garante della privacy ha imposto a Google di bloccare qualsiasi trattamento sui cosiddetti 'payload data' captati dalle vetture di Street View ed ha inviato gli atti all'autorita' giudiziaria, il portavoce del gigante di Mountain View ha dichiarato "siamo molto dispiaciuti per l'errore che ha portato alla raccolta accidentale di questi dati. Non appena ci siamo resi conto dell'accaduto abbiamo interrotto immediatamente la raccolta di tutti i dati WiFi attraverso le vetture di Street View e informato le autorita' competenti. Inoltre, come richiesto dal Garante per la protezione dei dati personali, non abbiamo cancellato alcun dato raccolto per errore in Italia.
Ribadiamo la nostra massima disponibilita' a rispondere a qualunque domanda possa sorgere in fase di indagine". L'istruttoria nei confronti di Google era stata aperta nel maggio di quest'anno, quando si era appreso che le Google car, girando sul territorio italiano, oltre a raccogliere le immagini avevano anche catturato frammenti di comunicazioni elettroniche trasmesse da utenti che utilizzavano reti Wi-Fi non protette.
(28/09/2010 - N.R.)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF