Sei in: Home » Articoli

Marito minaccia di morte la moglie? Legittimo sequestro armi anche se non usate per minacciare

Con la sentenza n. 21998, la sesta sezione penale della Corte di cassazione ha ritenuto legittimo il sequestro preventivo delle armi da caccia, regolarmente detenute da un uomo che risultava indagato per reati come violazione degli obblighi di assistenza familiare e di minaccia grave in danno della moglie. I giudici di legittimità hanno pertanto ravvisato il “periculum in mora”, sul cui presupposto è stata legittimamente applicata la misura cautelare di tipo ablativo. La pericolosità delle armi detenute che legittimano il sequestro preventivo “si ragguaglia - si legge nella parte motiva della sentenza dei giudici di legittimità - alla concreta e attuale possibilità che gli oggetti sottratti all'uso dell'avente diritto possano acquisire una funzione strumentale per protrarre o aggravare gli effetti del reato contestato ovvero a favorirne la commissione di altri, omologhi o non a quello per cui si procede” La Corte ha poi precisato che “la tesi del ricorrente della possibilità di attingere altri armi da sparo da quelle del sequestro è tesi che, come suol dirsi, prova troppo.
Nel senso che (impregiudicate eventuali ulteriori iniziative dell'ufficio giudiziario inquirente incidenti anche su siffatta potenzialità) essa tesi non varrebbe giammai a vanificare l'intrinseca pericolosità della armi in proprietà del (marito) dal momento”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/06/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF