Sei in: Home » Articoli

Giudice di pace: accertamento infrazioni per mezzo di autovelox? Contestazione differita solo in casi tassativi.

Nel caso di accertamento di violazioni al codice della strada con i dispositivi o mezzi tecnici di controllo del traffico finalizzati al rilevamento a distanza, (cosiddetti “autovelox”) la contestazione differita è consentita solo in alcuni casi tassativi. Lo ha stabilito il giudice di pace di Lecce in una recente sentenza in cui, dopo aver accolto il ricorso di un'automobilista che aveva eccepito la mancata contestazione immediata dell'infrazione al codice della strada, (in violazione dell'art.4 del decreto legge n.121/2002), annullando il verbale, ha stabilito che nel caso di accertamento di infrazione per mezzo di autovelox, “la contestazione differita è consentita solo su autostrade e sulle strade extraurbane principali dall'art.2, comma 2, lettere A e B del Codice della Strada, nonché sulle strade di cui all'art.2, comma 2, lettere C e D, del medesimo Codice - (strada extraurbane secondarie, o strade extraurbane di scorrimento) - ovvero su singoli tratti di esse, individuati con apposito decreto del Prefetto ai sensi dell'art.4, comma 2, d.l. 121/2002, ed a condizione che tali dispositivi siano utilizzati e installati secondo le direttive fornite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e che sia data idonea informazione agli automobilisti (art.4, d.l. 121/2002)”. “Ogni utilizzo – continua il giudice di pace di Lecce – ed installazione al di fuori di quanto previsto dall'art.4, d.l. 121/2002 – da considerarsi norma speciale, rispetto all'art.201, comma 1-bis, C.d.S., tanto da essere richiamato dalla lettera f) della medesima norma – impone all'organo di polizia di contestare immediatamente la violazione degli art.142, 148 e 176 del Codice della Strada”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/03/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF