Sei in: Home » Articoli

Privacy: fidelity card? Per averle solo dati indispensabili

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 25.6.09) ha evidenziato che in sede di rilascio di una fidelity card, per una migliore tutela della privacy, la società è tenuta a richiedere al consumatore solo i dati indispensabili per la compilazione del modulo e non anche tutti gli altri dati (es. professione, dati riferiti ai figli ecc.) che generalmente venivano richiesti. L'Autorità ha quindi reso noto di aver ordinato a una società tessile di cancellare i dati personali dei titolari della carta fedeltà non pertinenti e anzi eccedenti rispetto all'unica attività perseguita con l'utilizzo della card (ovvero quella di attribuire sconti presso punti vendita che commercializzano il marchio).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/07/2009 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF