Sei in: Home » Articoli

Pensione di vecchiaia: a partire dal 2008 introdotto il sistema delle finestre

Come preannunciato da tutti i media (anche prima della conferma definitiva) è stato scongiurato il pericolo “scalone” e, in buona sostanza è stato previsto un congelamento delle decorrenze fino al giugno 2009. Diverso trattamento è stato riservato alle pensioni di vecchiaia che, a partire dal gennaio 2008 saranno erogate con il meccanismo delle “finestre” previsto per le pensioni di anzianità. Prima della riforma, per coloro che avevano maturato i requisiti con il 31/12/2007 la pensione veniva concessa in costanza del raggiungimento dell'età anagrafica (60 anni le donne, 65 gli uomini) e del requisito contributivo (almeno 20 anni). In deroga ai predetti requisiti potevano (e possono tutt'oggi) collocarsi in pensione i soggetti che al 31/12/1992 avevano già raggiunto i 15 anni di contribuzione; i soggetti che al 31/12/1992 avevano già compiuto l'età pensionabile; i soggetti che erano stati autorizzati ai versamenti volontari prima del 31/12/1992; i lavoratori con almeno 25 anni di assicurazione (per assicurazione deve intendersi un arco temporale intercorrente tra il primo contributo versato e l'ultimo), occupati per almeno 10 anni anche non consecutivi, per periodi inferiori a 52 settimane nell'anno solare. Ma cosa succede dal 2008? In buona sostanza quei lavoratori che pensavano di poter riscuotere la pensione dal primo giorno del mese successivo alla maturazione dei requisiti dovranno..
Nota e tabella a cura della redazione dell'osservatorio
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/02/2008 - www.laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF