Sei in: Home » Articoli

Privacy: nel rapporto di lavoro il fascicolo del dipendente è riservato

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 11/17 ottobre 2004) ha reso noto di essere intervenuto in una questione inerente l'indebita diffusione di lettere contenente dati personali di una lavoratrice e di sua figlia disabile e di aver stabilito che il datore di lavoro, sia esso pubblico che privato, deve trattare e conservare i dati dei propri dipendenti nel pieno rispetto del diritto alla protezione dei dati, adottando anche, a pena di sanzioni civili e penali, ogni idonea misura di sicurezza per prevenire eventi lesivi della privacy. Il Garante ha inoltre precisato che la tutela deve essere maggiormente garantita nel caso in cui tra le informazioni raccolte compaiono dati sensibili riferiti a un minore.
Con questa decisione l'Autorità Garante ha accolto il ricorso di una dipendente di una società che lamentava una grave violazione della propria riservatezza personale e familiare ordinando alla società, oltre che di astenersi dall'ulteriore trattamento illecito dei dati personali dell'interessata anche di adottare tutte le misure di sicurezza idonee a prevenire il ripetersi di eventi del genere.
(29/10/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Gli elementi del reato
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Canone Rai: ancora 6 giorni per chiedere l'esenzione
In evidenza oggi
Animali: in arrivo pene più severe per chi li maltrattaAnimali: in arrivo pene più severe per chi li maltratta
Separazione: le mail inviate dall'amante provano il tradimentoSeparazione: le mail inviate dall'amante provano il tradimento
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo