Avvocatura

Mascherin: fare l'avvocato è “una funzione e una missione”. L'appello del Cnf dopo i fatti di Milano

di Marina Crisafi - Mascherin scrive agli avvocati dopo i fatti di Milano. Non dimenticate mai la
sentenza avvocato giustizia martello bilancia

di Marina Crisafi - Se la “dimenticanza” del capo dello Stato Mattarella che, davanti al Consiglio Superiore della Magistratura, ha omesso di ricordare che tra le vittime dei fatti di Milano c'era anche un giovane avvocato, limitandosi a commemorare il giudice ucciso, ha scatenato l'indignazione e la rabbia degli avvocati, ci pensa il Cnf a sedare gli animi inviando una lettera all'intera categoria.

Una categoria che non è certo figlia di un dio minore, ma “privilegiata” - ci tiene a sottolineare il neopresidente Mascherin nella lettera pubblicata ieri sul sito del Cnf - perché la stessa Costituzione della Repubblica l'ha posta “a fianco e a protezione dei diritti fondamentali dei cittadini”.

Tuttavia, ricorda Mascherin agli avvocati, “noi siamo lavoratori e la grande maggioranza di noi cerca di svolgere i propri compiti con coscienza e scrupolo professionale lontano dalla ribalta e dai facili guadagni, pertanto le vittime del nostro lavoro sono vittime come qualsiasi altra”.

Niente eroismi, dunque, né polemiche o strumentalizzazioni, che è meglio lasciare ad altri, invita dunque Mascherin, ma i fatti di Milano e tutto ciò che ne è seguito devono spingere gli avvocati verso una scelta responsabile nel comunicare la propria identità “rifuggendo ogni tentazione autoreferenziale”.

Senza dimenticare mai che la professione forense, conclude il presidente del Cnf, è “una funzione ma anche una missione”, perché proprio gli avvocati sono “custodi dei diritti e guardiani di una democrazia che deve pensare prima ai deboli e poi ai forti e, se serve, contro i forti”.

 

Leggi la lettera del Cnf agli avvocati


(14/04/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: da Shakespeare a Oscar Wilde, i più celebri aforismi sul mondo dell'avvocatura
» Avvocati: albi online senza segreti
» Condominio: multe fino a 2.500 euro per chi non adegua i termosifoni
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Tribunale degli Animali: gli avvocati a difesa dei "pelosi" dopo il divorzio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF