Sei in: Home » Articoli

Garante: nuovi adempimenti nella pratica legale per la tutela della privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali, a seguito di una richiesta avanzata dal Consiglio Nazionale Forense, con proprio parere del 03.06.2003 ha indicato i principali adempimenti che dovranno essere ottemperati nell'ambito dell'esercizio dell'attività forense. Tra le indicazioni più importanti rileviamo che la maggior parte dei trattamenti di dati effettuati nell'esercizio dell'attività forense non è soggetta a notificazione e che i dati devono essere protetti da misure di sicurezza idonee e preventive, riducendo al minimo i rischi di distribuzione, perdita, anche accidentale, di accesso non autorizzato o trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.
In particolare, se i dati sensibili (o dati giudiziari) sono trattati con strumenti elettronici, occorre redigere un documento programmatico sulla sicurezza (cd. DPS) e ciò già a partire dal prossimo 30 giugno. Inoltre è stato stabilito che tutte le persone fisiche che, a vario titolo (avvocati, praticanti, collaboratori e personale amministrativo), hanno libero accesso ai dati personali dei clienti, devono essere espressamente designate per scritto, quali incaricati del trattamento.
Leggi il testo del parere
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/06/2004 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF