Più facile per gli over 60 ottenere liquidità. Arriva la legge sul "prestito vitalizio ipotecario"

Saranno gli eredi a decidere se rimborsare il debito e liberare l'immobile o lasciare che la banca venda il bene ipotecato
Casa mutuo prestito
Il Senato ha dato il via libera alla nuova legge sul prestito vitalizio ipotecario che costituisce una soluzione, alternativa alla vendita della nuda proprietà, per tutti coloro che pur avendo bisogno di liquidità, non desiderano perdere la proprietà dell'immobile.

Con la nuova normativa chi ha compiuto 60 anni ed è proprietario di un immobile, può ottenere un finanziamento pari a una percentuale del suo valore senza dover lasciare la proprietà.
Un modo molto semplice per convertire una parte del valore della proprietà in denaro.

Anche se sul bene viene iscritta una ipoteca a garanzia del finanziamento, il proprietario potrebbe decidere di non rimborsare anticipatamente il finanziamento e, in tal caso, alla sua morte saranno gli eredi a decidere se estinguere il debito e liberare l'immobile dall'ipoteca oppure vendere il bene ipotecato o, infine affidare la vendita alla banca per poi rimborsare con il ricavato il credito dell'istituto.

Insomma basta aver compiuto i sessant'anni ed essere proprietari di un immobile per poter inoltrare una richiesta a una banca o a una finanziaria per ottenere subito della liquidità.

Con il prestito vitalizio ipotecario il proprietario che ottiene il finanziamento non è tenuto a lasciare la casa e anche gli eredi, alla sua morte, potranno decidere se recuperare l'immobile rimborsando il credito della Banca.

La legge prevede anche la possibilità di concordare un rimborso graduale di interessi e spese per non doverle corrispondere tutte insieme alla scadenza del finanziamento.

La cosa più interessante del DDL sul prestito vitalizio ipotecario è proprio la previsione dei casi in cui è previsto il rimborso del prestito in un'unica soluzione:

1. La morte di chi ha ricevuto il finanziamento;

2. La vendita anche solo parziale della proprietà;

3. Il compimento di atti che riducono il valore dell'immobile.

Al verificarsi di queste condizioni la Banca, se non viene rimborsato il prestito può vendere l'immobile al valore di mercato, un valore che viene poi decurtato del 15% ogni 12 mesi fino a che non si perviene alla vendita effettiva.

Ma se si è verificata la morte del proprietario, viene fatto salvo il diritto degli eredi di riscattare l'immobile pagando il debito e liberando il bene dall'ipoteca.

Dal punto di vista normativo il disegno di legge modifica l'articolo 11-quaterdecies, comma 12, del decreto-legge n. 203 del 2005 che attualmente così dispone:

"Il prestito vitalizio ipotecario ha per oggetto la  concessione da parte di aziende ed  istituti  di  credito nonché da  parte  di intermediari finanziari, di cui all'articolo 106 del testo  unico  di cui  al  decreto legislativo  1° settembre   1993,   n.   385,   di finanziamenti a medio e lungo termine con capitalizzazione annuale di interessi e spese, e  rimborso  integrale  in  unica  soluzione  alla scadenza, assistiti  da  ipoteca  di   primo   grado   su   immobili residenziali, riservati a persone fisiche con eta' superiore  ai  65 anni compiuti".

Il DDL in particolare aggiunge una serie di nuovi commi (dal 12-bis al 12-sexies) e riduce l'età minima per accedere al prestito vitalizio ipotecario dai 65 anni 60  ed indica in maniera specifica in quali casi è previsto il rimborso del debito in unica soluzione.

Qui sotto il testo del DDL in PDF
Testo del DDL sul prestito vitalizio ipotecario
(21/03/2015 - N.R.)
Le più lette:
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Il 'bon ton' degli avvocati
» Guide di diritto penale
» Magistrati: i 5 peggiori vizi che rendono furibondi gli avvocati
» Pensioni: trovato l'accordo. Cosa cambia da gennaio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF