Sei in: Home » Articoli

Vendita dei beni in comunione da parte di uno solo dei coniugi

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione (sent. n. 4033/03) ha affermato che i beni in regime di comunione legale possono essere venduti da uno solo dei coniugi anche senza il consenso dell'altro. L'altro coniuge però, precisano i giudici di Piazza Cavour, può opporsi chiedendo la reintegrazione della comunione. Più precisamente, la sentenza chiarisce che la comunione legale tra i coniugi è una comunione senza quote, nella quale i coniugi sono titolari di un diritto avente ad oggetto i beni che ne fanno parte e dalla quale sono esclusi gli estranei.
Ne consegue che uno dei coniugi può disporre del bene anche senza il consenso dell'altro, ferma restando la possibilità, per quest'ultimo, di opporsi e di chiedere la reintegrazione della comunione, se si tratta di beni mobili, e di agire per l'annullamento dell'atto, se si tratta di atti dispositivi di beni immobili comuni.
(17/06/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Condominio: il condizionatore voluminoso va rimosso
» Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
» Licenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
In evidenza oggi
Avvocatura: professione prestigiosa ma ferita dalla crisiAvvocatura: professione prestigiosa ma ferita dalla crisi
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF