Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: preventivo scritto sempre obbligatorio

La novità è prevista dal ddl concorrenza approvato ieri dalla Camera e ora al Senato per l'esame definitivo
avvocati contratto

di Marina Crisafi – Il primo disegno di legge sulla concorrenza approvato ieri alla Camera e ora all'esame del Senato contiene diverse novità per gli avvocati (leggi "Ddl concorrenza: sì della Camera. Ora la parola passa al Senato").

Pur essendo saltata, a seguito delle polemiche della categoria notarile, la norma che prevedeva il trasferimento in capo ai professionisti forensi delle competenze (esclusive dei notai) relative agli atti di compravendita di beni immobili destinati ad uso non abitativo con valore massimo entro i 100mila, nel corso dell'iter parlamentare, infatti, è stata confermata l'apertura alle società multiprofessionali, anche con l'ingresso di soci di capitale (seppur con il limite di 2/3 costituiti da soci professionisti iscritti all'albo).

Nel testo licenziato dalla Camera è stato eliminato, altresì, il divieto del vincolo di appartenenza ad una sola associazione professionale oggi previsto dalla legge di riforma dell'ordinamento forense e confermato l'obbligo di presentare il preventivo di massima per iscritto ai clienti.

In merito, la nuova norma andrà a modificare l'art. 13, comma 5, della l. n. 247/2012 che prevede attualmente che il preventivo scritto debba essere fornito dall'avvocato soltanto “a richiesta” dell'assistito, facendo scattare tale obbligo sempre e comunque.

Per cui, anche in assenza di esplicita istanza, il professionista sarà tenuto a rendere noto al cliente, il livello della complessità dell'incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento sino alla conclusione dell'incarico, nonché sempre in forma scritta “la prevedibile misura del costo della prestazione, distinguendo fra oneri, spese, anche forfetarie, e compenso professionale”.

(08/10/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF