Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Commette reato la donna che informa la moglie del suo ex amante della relazione extraconiugale

Si tratta di molestie e a nulla rileva che le telefonate siano durate molto tempo e non siano state interrotte dalla persona offesa
Rivelare alla moglie di un ex amante la propria relazione extraconiugale può far scattare una condanna penale per molestie.

E' quanto emerge da una sentenza della Corte di Cassazione (I Penale, sentenza n. 28493/2015) che ha confermato un verdetto di condanna nei confronti di una donna che durante tre lunghe conversazioni telefoniche aveva raccontato alla moglie del suo ex amante della sua relazione adulterina.

Già in primo grado l'imputata era stata dichiarata colpevole del reato di cui all'art. 660 del codice penale.

Secondo l'imputazione, la donna aveva anche raccontato di presunte relazioni intrattenute con altre donne.

L'imputata ha tentato di difendersi in Cassazione evidenziando che le sue telefonate erano state lunghe e ciò avrebbe dimostrato che la persona offesa era disposta ad ascoltare e che "la mancata interruzione della conversazione era un dato significativo e dimostrava che la persona offesa voleva avere ulteriori informazioni".

Insomma secondo la difesa le telefonate non erano state affatto assillanti e l'importanza delle rivelazioni aveva indotto la persona offesa a proseguire nella conversazione.

La Cassazione però ha respinto il ricorso evidenziando che il giudice di merito ha correttamente motivato in relazione al fatto che la mancata interruzione delle conversazioni da parte della persona offesa non può escludere la natura molesta delle telefonate dato che che l'atteggiamento della persona offesa "non poteva essere interpretato come acquiescenza, tenuto conto della importanza delle rivelazioni che le erano state fatte".

Oltretutto osserva la Corte, "la natura molesta e petulante delle chiamate viene giustamente ricavata dalla forma anonima delle stesse".

Cassazione Penale, testo sentenza 3 luglio 2015, n. 28493
(04/07/2015 - N.R.)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Il pignoramento del conto cointestato
» Il perfezionamento della notifica di un atto giudiziario consegnato a persona diversa dal destinatario
» Gli avvocati non crescono più
» Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF