Sei in: Home » Articoli

Reati ambientali: nasce un nuovo sistema di telerilevamento

D'ora in avanti sarà più difficile commettere reati ambientali. Da un accordo tra il Ministero dell'ambiente e l'Arma dei carabinieri è nato infatti in sistema di "telerilevamento" che facilita le attività di controllo. L'iniziativa intende prevenire i rischi per l'ecosistema e perseguire chi commette reati ambientali. Il sistema andrà ad integrare il SITA (Sistema Informativo per la Tutela dell'Ambiente) già sviluppato dall'Arma dei carabinieri. L'accordo consentirà un monitoraggio su tutto il territorio italiano per poter intervenire in caso di abusi (cave illegali, occupazioni abusive, scarico di rifiuti etc...). Anche attraverso il portale cartografico nazionale che gestirà i dati di rilevamento, il Ministero metterà a disposizione dell'Arma uno straordinario strumento per la prevenzione dei reati ambientali.
(11/08/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» I tagli alla pensione di reversibilità
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Arriva la dichiarazione Iva precompilata e l'obbligo della fattura elettronica tra privati
» Il concorso di colpa nel processo penale
In evidenza oggi
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobileTassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF