I dipendenti che non timbrano il cartellino marcatempo durante la pausa del pranzo, rischiano una condanna penale se tale pausa, per contratto, non è conteggiata nell’orario di lavoro. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione confermando una condanna inflitta a due impiegati ospedalieri sorpresi a mangiare senza aver segnato nel timer la loro pausa pranzo. In base a quanto precisato dai Giudici della Corte un simile comportamento omissivo integra gli estremi del reato di truffa ai danni del datore di lavoro.

Condividi
Feedback

(11/10/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi: