Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sull'affido decide il giudice del luogo in cui il minore frequenta la scuola

Recentemente pronunciatasi in merito alla questione di un figlio conteso dai genitori residenti in due città diverse, la Suprema Corte, con Ordinanza n.2171/2006, conformandosi ad un orientamento ormai consolidato, ha stabilito che "in materia di provvedimenti relativi alla potestà genitoriale, la competenza territoriale appartiene al Tribunale per i minorenni del luogo dove il minore deve ritenersi abiti abitualmente al momento della domanda, senza che rilevino i trasferimenti contingenti e temporanei o la mera residenza anagrafica del minore; che tale competenza è funzionale e rende pertanto inapplicabili le regole sulla litispendenza di procedimenti identici dinanzi a giudici diversi; che la ratio di tale competenza è da ravvisarsi nella circostanza che i procedimenti in materia di potestà genitoriale si svolgono nell'esclusivo interesse del minore, al quale deve restare subordinato l'interesse di ciascun genitore e che l'interesse del minore è più facilmente accertabile da parte del Tribunale dove egli ha la sua dimora abituale che non da quello del luogo ove il bambino abbia dimorato prvalentemente nell'insieme della sua vita pregressa".
(09/05/2006 - Silvia Vagnoni)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF