Sei in: Home » Articoli

Tecniche di gestione processuale: è possibile un processo civile più rapido, senza riforme legislative? Il nuovo libro di Pietro Spera

tecniche gestione processo civile

di Licia Albertazzi - In questo volume dal taglio pratico viene affrontata una materia fondamentale, purtroppo per noi non ancora adeguatamente sviluppata in Italia, nonostante l'assetto macchinoso e obsoleto del nostro sistema giuridico: la gestione ottimale del processo civile. L'autore, Dott. Pietro Spera, attualmente magistrato in servizio presso il Tribunale di Genova, condivide la propria esperienza sistematica comparata maturata sia in Italia che all'estero, in particolare a seguito della sua esperienza settennale come giudice internazionale. Un libro destinato a modificare l'approccio al processo non solo da parte dei giudici, ma anche e soprattutto degli avvocati e degli operatori del diritto in genere.


Il managment applicato al processo civile: ipotesi operative per cambiare lo stato di inefficienza organizzativa della Giustizia italiana, tradotta altresì in un inevitabile disservizio per i cittadini, senza che sia necessario l'intervento della pubblica amministrazione e del potere legislativo.


All'estero lo studio delle modalità di gestione dei processi è molto diffuso. Sono le c.d. tecniche di case managment, contrapposte alla consuetudine italiana della gestione affidata ad ogni singolo giudice, senza regole né principi prefissati. Anche senza attendere le tempistiche delle riforme forensi e giudiziarie, aspettare che la macchina burocratica italiana si metta in moto in tempi ristretti, è possibile tuttavia influire positivamente sull'andamento del processo civile attraverso diversi accorgimenti, destinati ad incidere favorevolmente sul risultato finale.


Per sfogliare l'anteprima e acquistare il volume, clicca qui.


(27/01/2014 - Avv.Licia Albertazzi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF