Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Disabile - Sospensione sussidio Inps - Ricorso e CTU - Arrestati in flagranza medico e avvocato per una presunta mazzetta

invalido handicap disabile
Storiacce ripugnanti di Malaitalia: il ricorso che la signora Lucia presenta avanti alla Sezione Lavoro del Tribunale di Napoli contempla una CTU medico-legale per stabilire se la figlia disabile possa ottenere il sussidio ch'è stato oggetto di sospensione; nel feb '11 iniziano le operazioni peritali con la visita medico-legale. La ricorrente si vede richiedere una tangente per ungere la pratica; talché, decide di denunciare l'increscioso episodio alle forze dell'ordine che provvedono ad incastrare il consulente insieme con un avvocato della provincia partenopea.
Addirittura, pare che la dazione di danaro doveva avvenire presso i locali del Tribunale di Napoli. Senonché, i carabinieri si sono appostati nei paraggi del luogo prestabilito dell'incontro e sono subito intervenuti procedendo all'arresto in flagranza degli indagati. Se la vicenda troverà conferma con una sentenza irrevocabile di condanna si è al cospetto di una fattispecie particolarmente odiosa proprio perché perpetrata a danno di una persona che la vita ha già segnato così gravemente. L'imperativo è: DENUNCIARE SEMPRE!
(25/05/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Il modello per la comparsa conclusionale
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» I tagli alla pensione di reversibilità
» Documenti: per quanto tempo vanno conservati?
» Regime probatorio: cosa cambia con la legge concorrenza
In evidenza oggi
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tantoAffido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF