Le indicazioni sulle attività del Governo per definire l'assetto regolatorio per la promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili

I decreti per le rinnovabili

[Torna su]

L'Esecutivo è pronto ad intervenire a sostegno della transizione energetica e della decarbonizzazione. Potrebbe arrivare a breve un decreto FER 1 per incentivare tecnologie rinnovabili più mature e un altro decreto FER 2, a sostegno delle tecnologie non pienamente mature. Le anticipazioni sono arrivate dalla sottosegretaria del MiTE Ilaria Fontana, che ha risposto a un'interpellanza di Generoso Maraia del M5S.

Fotovoltaico, gli obiettivi del Governo

[Torna su]

La sottosegretaria ha chiarito che il Governo sta affrontando la crisi energetica cercando di sostenere la diversificazione energetica. Nella complessa strategia per superare la crisi e abbattere gli aumenti di luce e gas, le politiche di decarbonizzazione hanno un ruolo che diviedne fondamentale. Sono due gli obiettivi su cui lavora il Governo nello specifico: accelerare la penetrazione nel sistema delle fonti rinnovabili e lo sviluppo di biocombustibili, biometano e idrogeno; focalizzarsi sugli interventi per la riduzione della domanda energetica, l'efficientamento e il maggior risparmio energetico.

Il nuovo FER 1

[Torna su]

La sottosegretaria ha sottolineato che è in corso di predisposizione un ulteriore provvedimento normativo, il "Nuovo FER 1", con lo scopo di «incentivazione delle tecnologie più mature che presentano un profilo di costi fissi bassi o, comunque, suscettibili di sensibile riduzione».

Già al 2019 risale il primo Decreto FER 1, per incentivare il solare fotovoltaico, eolico on-shore, impianti alimentati dall'energia idraulica e gas residuati dai processi di depurazione. Infine, per le misure di incentivazione, Fontana ha affermato che «il "decreto FER 2" sarà adottato in tempi brevi, a valle dell'acquisizione del necessario concerto del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, e sarà volto al sostegno delle fonti e delle tecnologie non ancora pienamente mature e con costi elevati di esercizio».


In evidenza oggi: