Partono le operazioni per l'invio delle lettere di certificazione per le posizioni che hanno avuto esito positivo per l'accesso a pensione in applicazione della nona salvaguardia
inps

Nona salvaguardia, lettere di certificazione

[Torna su]

Sono partiti dal 26 luglio scorso gli invii delle lettere di certificazione per "nona salvaguardia" da parte dell'Inps. Ad annunciarlo è una nota stampa del 26 luglio dell'Istituto. Al via dunque le operazioni per l'invio delle lettere di certificazione per le posizioni che hanno avuto esito positivo per l'accesso a pensione in applicazione della nona salvaguardia di cui all'articolo 1, commi da 346 a 348, della Legge 30 dicembre 2020, n.178, a seguito del completamento della fase istruttoria e della verifica di compatibilità rispetto agli stanziamenti previsti dalla disciplina normativa.

Nona salvaguardia, di cosa si tratta

[Torna su]

Ricordiamo che è stata la legge di Bilancio 2021 ad inserire i cambiamenti, una parte dei cosiddetti lavoratori esodati ha potuto presentare domanda di accesso alle prestazioni pensionistiche. Individuate le categorie di lavoratori per le quali è possibile applicare i requisiti di accesso e il regime delle decorrenze precedenti all'entrata in vigore del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, anche se i requisiti per l'accesso al pensionamento sono stati maturati successivamente al 31 dicembre 2011. Con nona salvaguardia, secondo i calcoli dell'Inps, per circa 2.400 persone escluse dalla tutela pensionistica in seguito alla Legge Fornero si sono aperte le porte di accesso alla pensione. In presenza dei requisiti richiesti, è stato possibile presentare domanda entro la scadenza del 2 marzo 2021.

Nona salvaguardia, dal 30 luglio l'aggiornamento delle procedure

[Torna su]

Era stata l'Inps che, con il messaggio n. 1673 del 23 aprile 2021, aveva fornito le istruzioni per la verifica dei requisiti e da venerdì 30 luglio verrà rilasciato l'aggiornamento delle procedure per la liquidazione delle pensioni. Comunque i trattamenti pensionistici in ogni caso non possono avere decorrenza anteriore al 1° gennaio 2021, data di entrata in vigore della legge n. 178 del 2020.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: