Il CNF ha rinnovato il servizio per consultare direttamente online i ricorsi in Cassazione, sia civili che penali. Si entra dunque nella fase operativa del Protocollo d'intesa siglato nel novembre scorso, tra il Consiglio nazionale forense e la Corte Suprema di Cassazione e che rinova quello finora in vigore dal 2006. In una circolare (numero 20-C/2010) il CNF spiega le caratteristiche del rinnovato servizio di interrogazione ricorsi. Tra le novità si segnala l'accesso, la ricerca e l'interrogazione dei ricorsi anche penali (finora il servizio era attivo solo per quelli civili). Sono anche state ampliate le categorie di professionisti che potranno accedere, comprendendovi l'avvocatura dello stato e gli avvocati Inps. Per consultare le banche dati sarà necessario un certificato di autenticazione rilasciato da una Certification authority riconosciuta dal Cnipa e disporre di un lettore Smart card o Business key da collegare al PC.

Altre informazioni su questo argomento
Condividi
Feedback

(09/07/2010 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi: