Cassa Forense ha aderito ad Emapi (Ente di Mutua Assistenza per i Professionisti Italiani) per le coperture assicurative in forma collettiva che permette agli avvocati iscritti di sottoscrivere una polizza infortuni vantaggiosa

Cassa forense: come aderire alla polizza infortuni

[Torna su]

Dall'adesione di cassa Forense ad Emapi (Ente di Mutua Assistenza per i Professionisti Italiani) nasce la polizza infortuni per le coperture assicurative in forma collettiva. A talproposito la Cassa, come spiega lo stesso sito, ha attivato a proprie spese, per tutti gli iscritti, la Polizza LTC (long term care) e la copertura TCM (temporanea caso morte). Dallo scorso 1° marzo del corrente anno, gli iscritti a Cassa Forense possono sottoscrivere a condizioni particolarmente vantaggiose, tramite Emapi stessa, una polizza contro gli infortuni che prevede l'erogazione di una somma come indennizzo, a seguito di infortunio professionale ed extraprofessionale che determini una condizione di invalidità permanente o la morte dell'assicurato. Il partner assicurativo di Emapi, che garantisce l'erogazione della copertura, è la Reale Mutua Assicurazioni.

Le caratteristiche della polizza infortuni

[Torna su]

La garanzia assicurativa ha durata di un anno ed è rivolta agli avvocati ed ai pensionati iscritti alla Cassa, che potranno attivarla su base volontaria ed, eventualmente, estenderla al proprio nucleo familiare, con decorrenza dal 1° marzo 2022 al 28 febbraio 2023. L'adesione per l'intera annualità deve avvenire entro il 31 marzo 2022, ma è altresì possibile aderire in corso d'anno corrispondendo un premio proporzionato ai mesi effettivi di operatività della garanzia. La copertura, che opera in aggiunta ed in cumulo ad eventuali ulteriori polizze, è prestata senza limiti di età. Tuttavia, per i soggetti che hanno superato gli 80 anni di età, l'adesione potrà avvenire esclusivamente dietro presentazione di certificato medico attestante una condizione di buona salute. Tale regola si applica anche ai componenti del nucleo familiare dell'iscritto, qualora abbiano superato gli 80 anni di età.

Polizza infortuni, costi e copertura

[Torna su]

La polizza prevede diversi livelli di copertura, nello specifico sono disponibili 4 distinte opzioni, sia in caso di adesione del singolo professionista, sia in caso di adesione del professionista e del suo nucleo familiare, che include il coniuge o convivente more uxorio nonché i figli risultanti dallo stato di famiglia al momento del sinistro. Tali opzioni, prevedono anche una diaria da convalescenza domiciliare o immobilizzazione (erogate solo per il professionista) ed il rimborso delle spese mediche, che differiscono per gli importi di massimali assicurati, Il premio annuale minimo per adesione del singolo professionista di € 109,00, ed un premio annuale minimo per adesione estesa al nucleo familiare di € 172,00.

Polizza e invalidità permanente

[Torna su]

In caso di invalidità permanente da infortunio, è prevista una franchigia fissa del 3%, mentre in caso di invalidità permanente di grado superiore al 20%, tale franchigia viene annullata. È prevista, inoltre, la supervalutazione dell'invalidità permanente al 60%, che viene considerata sempre come fosse al 100%. Oltre alle quattro opzioni base, sono previste ulteriori garanzie destinate esclusivamente ai singoli professionisti, quali aumento della diaria da immobilizzazione, rischio professionale HIV e epatite B o C, inabilità temporanea da malattia e inabilità temporanea da infortunio. Sul sito di Cassa forense è possibile consultare la tabella con le diverse coperture per i professionisti.


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: