Vediamo che cosa si intende per semestre bianco, quali poteri conserva il Presidente della Repubblica e quali al contrario non può esercitare
clessidra con sabbia che scorre

Iniziato il 3 agosto il semestre bianco di Mattarella

[Torna su]

Il 3 agosto 2021 è scattato per il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il conto alla rovescia per il semestre bianco, che coincide con gli ultimi sei mesi di carica del Capo dello Stato, periodo in cui, proprio perché caratterizza l'ultima fase del mandato, i poteri del Presidente risultano depotenziati.

Lo scioglimento delle Camere

[Torna su]

In questo periodo di fine mandato il Presidente non può infatti procedere allo scioglimento anticipato delle Camere. A prevederlo è l'art. 88 della Costituzione, il quale così dispone: "1. Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse. 2. Non può esercitare tale facoltà negli ultimi sei mesi del suo mandato, salvo che essi coincidano in tutto o in parte con gli ultimi sei mesi della legislatura."

In base al comma 2 di questo articolo, sostituito dall'art. 1 della legge costituzionale n. 1 del 4 novembre 1991, emanata durante la Presidenza di Francesco Cossiga, l'unico caso in cui il Presidente conserva il suo potere di sciogliere le Camere si verifica quando il semestre bianco coincide, anche in parte, con gli ultimi sei mesi della legislatura.

La disposizione è stata introdotta per superare la situazione di stallo verificatasi proprio durante la Presidenza Cossiga. Nel 1992 infatti le Camere, alla fine della loro legislatura, non potevano procedere alla elezione di un nuovo Capo dello Stato e il Presidente, nel semestre bianco, non avrebbe potuto procedere allo scioglimento delle Camere, perché anche il suo mandato si stava concludendo.

Le ragioni del semestre bianco

[Torna su]

Il limite al potere di scioglimento delle Camere è stato previsto dai padri costituenti all'indomani del secondo conflitto mondiale per scongiurare il rischio che un Presidente potesse sciogliere le Camere per fare in modo che ne venissero elette di più accondiscendenti e fargli ottenere così un secondo mandato. Altri però motivano la previsione del semestre bianco e i limiti ai poteri del Presidente con il fatto che alla fine del mandato il Capo dello Stato potrebbe andare incontro a un calo di popolarità.

Semestre bianco e poteri del Presidente

[Torna su]

Il limite allo scioglimento delle Camere però non fa venire meno gli altri importanti poteri del Presidente della Repubblica, che può infatti continuare a svolgere le seguenti funzioni:

  • nominare una personalità in grado di guidare l'esecutivo in caso di crisi dell'attuale Governo;
  • nominare i Ministri su proposta del Presidente del Consiglio;
  • moral suasion per indirizzare le decisioni dei partiti, chiedendo loro d'ispirare la loro azione alla collaborazione al fine di perseguire l'interesse generale e primario del Paese;
  • firmare decreti e disegni di legge per autorizzarne la pubblicazione o la presentazione alle Camere per dare la possibilità al Presidente di procedere alla correzione di quei provvedimenti che presentano tratti chiari d'incostituzionalità;
  • rinviare alle Camere leggi da loro approvate in base a quanto previsto dall'art. 74 della Costituzione, in base al quale "Il Presidente della Repubblica, prima di promulgare la legge, può con messaggio motivato alle Camere chiedere una nuova deliberazione. Se le Camere approvano nuovamente la legge, questa deve essere promulgata";
  • rivolgere messaggi al Paese, come accade alla fine di ogni anno o quando il paese attraversa un periodo di particolare difficoltà. Nel corso della pandemia infatti il Presidente in carica ha rivolto agli italiani un messaggio per far sentire loro la sua vicinanza e per invitarli a rispettare le regole che in quel momento il Governo stava imponendo alla popolazione per evitare ulteriormente la diffusione del contagio;
  • inviare messaggi alle Camere ai sensi dell'art. 87 della Costituzione per discutere un argomento importante per gli interessi del Paese. Ogni messaggio, controfirmato dal Presidente del Consiglio viene letto alle Camere, che in seguito possono decidere se affrontare gli argomenti sollecitati dal Presidente;
  • comando delle forze Armate;
  • Presidenza del Consiglio superiore della magistratura;
  • Presidenza del Consiglio Superiore di Difesa;
  • ratifica dei trattati internazionali.

Dimissioni durante il semestre bianco

[Torna su]

Le dimissioni di un Presidente della Repubblica hanno un significato molto importante perché in genere vengono utilizzate per dare dei messaggi forti di cambiamento o di problematiche in corso. Problematiche.

Quando la situazione politica è caratterizzata da una certa stabilità politica infatti è molto difficile che il Presidente della Repubblica rinunci anticipatamente al suo mandato, anche perché la sua stessa carica contribuisce a trasmettere all'esterno un'immagine di equilibrio istituzionale.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: