Secondo l'associazione nazionale dei magistrati, la proposta del ministero della Giustizia mette a rischio l'efficienza del servizio
tasti pc con parole nullo e vuoto

Anm, informatica sì ma non da remoto

[Torna su]

Non si può prescindere dall'informatica ma essa non deve sostituirsi agli operatori. L'Associazione nazionale magistrati in una nota lancia l'allarme sulla presunta volontà del ministero della Giustizia di limitare l'assistenza informatica negli uffici giudiziari alla sola modalità da remoto. E chiarisce «Sostituire l'assistenza informatica in presenza con quella da remoto mette a rischio l'efficienza del servizio - nonostante la necessità dell'utilizzo dell'infomatica - un modesto risparmio di spesa non bilancia per nulla il pericolo, ben consistente, che si inceppi o sia reso più difficoltoso quel processo di acquisizione di confidenza di tutti i magistrati e di tutti gli operatori della giustizia con le nuove tecnologie, che è invece l'obiettivo a cui devono tendere gli sforzi organizzativi per recuperare, e in fretta, vecchi ritardi nella modernizzazione del settore giustizia».

Anm, no all'assistenza affidata a chiamate telefoniche

[Torna su]

Fondamentale per i magistrati l'assistenza in loco capace di garantire «la rapidità temporale ed efficienza organizzativa, rispetto ad un'assistenza affidata a chiamate telefoniche con interlocuzioni con ignoti operatori che smistano le richieste di intervento, che non possono che indicare genericamente i tempi di intervento, con cui non si crea e non può crearsi alcuna consuetudine operativa, anche considerando che non tutti i problemi possono essere risolti da remoto».

Anm chiede chiarezza al ministero della Giustizia

[Torna su]

Per questo i magistrati chiedono al ministero della Giustizia che dia «precisa contezza dei programmi di azione sul punto, soprattutto rispetto alla effettiva volontà di trasferire in remoto l'assistenza informatica come unica alternativa possibile, auspicando al contrario che, per favorire il processo di digitalizzazione, il ministero implementi l'assistenza informatica offerta di persona in tutti gli uffici giudiziari».

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: