La lista Falciani è un elenco dei titolari di conti correnti in Svizzera, stilata dal funzionario Hervè Falciani, poi condannato per spionaggio economico
evasore fiscale circondato da squali con parola polizia

Trasferimento di denaro in Svizzera

[Torna su]

La detenzione di capitali in Svizzera, considerata un paradiso fiscale, è una pratica alla quale molti milionari ricorrono per sottrarsi alla più pesante tassazione applicata nel proprio paese di residenza.

Se, in linea generale, detenere capitali in Svizzera non può dirsi illegale, tale pratica lo diventa se è utilizzata per ingannare il fisco.

La banca svizzera dalla quale Falciani ha recuperato i dati poi diffusi, tuttavia, non era molto rigida con i propri clienti e spesso chiudeva un occhio sulla provenienza del denaro e aiutava i risparmiatori ad aggirare i rispettivi sistemi tributari nazionali.

Quanti nomi nella lista Falciani

[Torna su]

Nella lista Falciani erano contenuti circa 100mila nominativi di correntisti e 20mila nominativi di società, di cui 7mila italiani che avevano depositato complessivamente circa 6,5 miliardi di euro in Svizzera.

Tale documento è stato, dapprima, consegnato alla polizia francese, per poi essere diffuso in altri paesi di tutto il mondo.

Lista Falciani: si può utilizzare per accertamenti fiscali?

[Torna su]

Il fatto che le informazioni contenute nella lista Falciani siano state prelevate in maniera illegittima da un funzionario bancario, poi in effetti condannato per spionaggio economico, ha posto problemi circa la sua utilizzabilità per il compimento di accertamenti fiscali.

La questione è stata risolta dalla Corte di cassazione nelle ordinanze n. 8605 e 8606 del 28 aprile 2015, che hanno affermato l'utilizzabilità di tali dati in quanto giunti in Italia su impulso dell'amministrazione francese, nel pieno rispetto della direttiva n. 79/799/CE.

La Corte di cassazione si è più di recente pronunciata nuovamente circa l'utilizzabilità della lista Falciani nella pronuncia n. 11162/2021, nella quale è stato affermato che, nell'ambito delle proprie attività di accertamento, l'amministrazione finanziaria può comunque avvalersi di tutti gli elementi che hanno valore indiziario, anche unico, purché la loro inutilizzabilità non discenda da una legge tributaria.

Valeria Zeppilli
Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: