Aperte le domande per la sperimentazione Arera: sarà possibile aumentare la potenza fino a 6 kW nelle fasce orarie notturne e festive per gli utenti in BT. Adesioni fino al 30 aprile 2023
colonnina di ricarica auto elettrica in un parcheggio

Auto elettriche, fino a 6 kw gratis

[Torna su]

Aperta la sperimentazione e fino al 30 aprile 2023 sarà possibile inviare la richiesta di ammissione alla sperimentazione relativa alla ricarica dei veicoli elettrici prevista dalla Delibera 541/R/EEL dell'Arera.

L'adesione alla sperimentazione consentirà di aumentare dal 1° luglio prossimo, in modo gratuito, la potenza della fornitura fino a 6 kW nelle fasce orarie notturne e festive per i clienti in bassa tensione, facendo loro risparmiare, secondo le stime dell'autorità, tra i 60 e gli oltre 200 euro all'anno.

Auto elettriche, la domanda di adesione alla sperimentazione

[Torna su]

Il cliente richiedente, o un suo delegato possono presentare la richiesta telematica attraverso il portale "Area Clienti" del Gse a cui si può accedere anche tramite identità digitale SPID. Dopo aver eseguito l'accesso, la procedura informatizzata supporta il cliente nella fase di compilazione della richiesta e nel successivo invio.

Arera, il censimento sulle auto elettriche

[Torna su]

L'Arera (l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) ha avviato la prima ricognizione sui sistemi di ricarica delle auto elettriche.

Sono 225 i modelli di dispositivi di ricarica per le auto elettriche, censiti ed analizzati da ARERA, con potenze dai 2 kW ai 350 kW, prodotti da 24 aziende. Si tratta di apparati che vanno dalle wallbox casalinghe alle colonnine stradali, dalla ricarica slow e quick (l'86% degli apparati) a quelle fast e ultra-fast, spiega una nota di Arera. Mentre i prezzi possono variare dai 700 euro dei dispositivi ideati per le famiglie, agli oltre 80 mila per le ricariche ultra-veloci ad uso degli operatori professionali di ricarica, con un prezzo unitario per ogni kW installato che va da 36 a 580 euro, in relazione alla velocità di ricarica (quindi potenza elettrica in gioco).

Sono questi alcuni degli elementi significativi della prima ricognizione "Mercato e caratteristiche dei dispositivi di ricarica per veicoli elettrici", risultato dell'attività dei Focus group sulla mobilità elettrica, istituiti dall'Autorità a inizio 2020, che hanno contribuito anche ad individuare i termini della sperimentazione definita dall'Autorità - al via dal 1° luglio, con adesioni aperte dal 3 maggio - per favorire la ricarica domestica in fasce orarie notturne e festive, con aumento di potenza gratuito.

Scarica pdf ricognizione auto elettriche Arera
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: