L'Esecutivo sarebbe al lavoro su questa ipotesi che potrebbe concretizzarsi con un apposito decreto in arrivo entro fine mese
Cartello indicante l'agenzia delle entrate cc

Fisco, un decreto per posticipare l'invio delle cartelle

Sarebbe in arrivo una nuova proroga per l'invio delle cartelle esattoriali (sospese dall'inizio dell'epidemia di Covid) la cui partenza sarebbe intanto prevista il prossimo 1° maggio. L'Esecutivo sarebbe al lavoro su questa ipotesi che potrebbe concretizzarsi con un apposito decreto in arrivo entro fine mese. L'invio delle nuove cartelle è stato già più volte prorogato e al momento la sospensione scade il 30 aprile. Nel caso in cui non fosse previsto il rinvio l'Agenzia delle entrate ricomincerebbe a mandare avvisi e cartelle ai contribuenti.

Fisco, senza proroga una valanga di cartelle inviate

Se non dovessero esserci cambiamenti invece, tra pochissimi giorni, il 30 aprile scadrebbe il periodo di sospensione per i pagamenti di cartelle (comprese le rate), avvisi di addebito e avvisi di accertamento in scadenza dall'8 marzo 2020 al 30 aprile 2021.

A stabilire la sospensione l'articolo 68 del decreto Cura Italia (dl 18/2020), poi modificata nel 2020 e, quest'anno, infine con l'articolo 4, comma 1 del decreto legge 41/2021 che ha spostato i termini al 30 aprile 2021. Così come chiarito dal primo comma dell'articolo 68, i versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in unica soluzione entro il mese successivo al termine del periodo di stop, ovvero il 31 maggio 2021. In ultimo, periodo di congelamento decorre dal scorso 21 febbraio 2020 per i soggetti con residenza, sede legale o la sede operativa nei comuni della zona rossa come ha stabilito il dpcm del 1° marzo 2020.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: