Con la circolare n. 7 del 21 gennaio 201 l'Inps rende noti gli importi delle prestazioni di sostegno al reddito e delle retribuzioni di riferimento
uomini di affari spingono palle fatte di soldi come aiuti per la crisi

Importi massimi prestazioni di sostegno

[Torna su]

L'Inps con la circolare n. 7 del 21 gennaio 2021 (sotto allegata) definisce gli importi massimi delle varie prestazioni a sostegno dei lavoratori per l'anno in corso.

Il decreto n. 148/2015 prevede infatti, con decorrenza dal 2016 i tetti dei vari trattamenti d'integrazione salariale, la retribuzione mensile a cui si riferisce "comprensiva dei ratei di mensilità aggiuntive, da prendere a riferimento quale soglia per l'applicazione del massimale più alto, siano aumentati nella misura del 100% dell'aumento derivante dalla variazione annuale dell'indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati."

Analizziamo in base all'elencazione contenuta nella circolare Inps, gli importi massimo delle varie prestazioni di sostgeno in vigore dal primo gennaio 2021.

Importi 2021 Cig

[Torna su]

Importi massimi mensili dei trattamenti d'integrazione salariale (art. 3, co. 5, del D.Lgs. n. 148/2015), in vigore dal 1° gennaio 2021 e retribuzione lorda mensile, maggiorata dei ratei relativi alle mensilità aggiuntive, oltre la quale è possibile attribuire il massimale più alto:

  • retribuzione inferiore o uguale a 2.159,48 euro: importo lordo pari a 998,18 euro e importo netto pari a 939,89 euro;
  • retribuzione superiore a 2.159,48 euro: importo lordo pari a 1.199,72 euro e importo netto pari a 1.129,66 euro.

I trattamenti d'integrazione salariale concessi alle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali prevedono un incremento del 20% dei suddetti importi massimi.

Importi 2021 fondo credito

[Torna su]

Massimali mensili dell'assegno ordinario 2021 e retribuzioni mensili di riferimento:

  • 1.186,29 euro, per retribuzioni inferiori a 2.184,24 euro;
  • 1.367,35 euro, per retribuzioni comprese tra 2.184,24 euro e 3.452,74 euro;
  • 1.727,41 euro, per retribuzioni superiori a 3.452,74 euro.

Importi 2021 Fondo credito cooperativo

[Torna su]
Massimali mensili dell'assegno emergenziale e importi delle retribuzioni di riferimento:
  • per retribuzioni tabellari annue inferiori a 39.543, 11 è previsto un importo lordo della riduzione del 5,84% (art 26 L. n. 41/1986) di 2343,44 euro e netto di 2.206, 58;
  • per retribuzioni comprese tra i 39.543, 11 e i 55.152, 24 euro è previsto l'importo massimo di 3.151,99;
  • per retribuzioni superiori ai 55.152,24 euro è previsto l'importo massimo di 3.666,06.

Importi 2021 Naspi

[Torna su]

Per il riconoscimento dell'indennità Naspi, la retribuzione di riferimento per il 2021 è di 1.227,55 euro.

L'importo massimo mensile dell'indennità Naspi 2021, che non viene ridotta ai sensi dell'art. 26 della L. n. 41/1986, non può superare i 1.335,40 euro.

Importi 2021 Discoll

[Torna su]

La retribuzione di riferimento per il calcolo dell'indennità di disoccupazione DIS-COLL per il 2021 è di 1.227,55 euro, mentre l'importo massimo mensile di questa indennità non può superare nel 2021 l'importo di 1.335,40 euro.

Importi 2021 indennità disoccupazione agricola

[Torna su]

Per quanto riguarda l'indennità di disoccupazione ordinaria agricola con requisiti normali, da liquidarsi nel 2021 in relazione ai periodi di attività svolti nel 2020, trovano applicazione gli importi massimi stabiliti per questo ultimo anno.

Il massimale più alto è di 1.199,72 euro, mentre quello più basse è di € 998,18 euro.

Importi 2021 assegno attività socialmente utili

[Torna su]

Per i lavoratori che svolgono attività socialmente utili, l'importo mensile dell'assegno, dal 1° gennaio 2021 è di 595,93 euro. A questa prestazione non si applica la riduzione prevista dall'art. 26 della L. n. 41/1986.

Scarica pdf Circolare numero 7 del 21-01-2021
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: