Arrivano due chiarimenti dell'Agenzia delle entrate che riguardano l'agevolazione per una parte dell'abitazione adibita a b&b e il condominio sia commerciale che residenziale
Facciata di un palazzo vista dal vasso

Superbonus 110% e immobili a uso promiscuo

[Torna su]

Cosa succede al superbonus 110% su immobili residenziali ad uso "promiscuo"?

Le soluzioni arrivano dall'Agenzia delle entrate con le risposte n. 570 e 572, che riguardano l'agevolazione fiscale di cui all'articolo 119 del Decreto legge n. 34 del 2020 applicata, questa volta, agli immobili ad uso promiscuo.

Superbonus al 50% per i b&b

[Torna su]

La richiesta riguarda i lavori da fare in un'abitazione unifamiliare non facente parte di un condominio, adibita in parte a Bed and Breakfast. I lavori potrebbero rientrare per le spese per la riqualificazione energetica da sostenere nei casi previsti dal superbonus? Di fondamentale importanza in questo caso è la destinazione dei locali dell'unità immobiliare, ossia in parte è adibita ad abitazione personale, per il resto destinata a un'attività imprenditoriale. La risposta richiama, in primis, la circolare n. 19/E dell'8 luglio 2020, che stabilisce che se gli interventi sono realizzati su unità immobiliari residenziali adibite anche all'esercizio di arte, professione, o di attività commerciale, la detrazione spettante è ridotta al 50% ossia la metà delle spese sostenute.

Già anche la risoluzione n. 18/E/2020 aveva sottolineato che la detrazione ridotta al 50% si applica anche nel caso di interventi che interessino unità immobiliari residenziali adibite promiscuamente anche all'attività di b&b (occasionale o abituale).

Nello specifico quindi per l'Agenzia le spese per interventi di riqualificazione energetica realizzati su edifici "residenziali", e stante la sostanziale simmetria tra le agevolazioni spettanti per interventi di riqualificazione energetica e di recupero del patrimonio edilizio ritiene che anche nel caso in cui siano realizzati interventi di riqualificazione energetica ammessi al Superbonus su immobili residenziali adibiti promiscuamente all'esercizio dell'arte o della professione, ovvero all'esercizio dell'attività commerciale, la detrazione è ridotta al 50% (vedi allegato Ag. Entrate n. 570-2020).

Superbonus 110% scomputabile nei condomini

[Torna su]

Il secondo interpello riguarda invece il caso di un condominio composto da 10 negozi al pian terreno e 10 appartamenti al 1° piano, e che ciascuna unità (sia residenziale che commerciale) dispone di impianto termico autonomo. Ciascun negozio al piano terra dispone di ingresso indipendente da strada pubblica, mentre gli appartamenti dispongono dell'ingresso da un ballatoio comune servito da due scale poste ai lati dello stesso; inoltre, la superficie totale degli appartamenti è uguale alla superficie totale dei negozi. È possibile accedere al superbonus per: isolamento delle superfici opache verticali e orizzontali che confinano con gli appartamenti stessi (intervento trainante); sostituzione degli infissi (intervento trainato); sostituzione delle schermature solari nel lato sud (intervento trainato). In ogni caso, sempre che l'assemblea di condominio approvi gli interventi con benefici e oneri a carico dei soli appartamenti. Nella risposta, secondo l'Agenzia è possibile accedere al Superbonus 110% per i lavori eseguiti sulle abitazioni, anche se l'edificio è sia commerciale che residenziale. In sintesi viene riconosciuta la possibilità di separare una parte degli immobili del condominio ed applicare ad essi la detrazione del 110%, ma rispettando le seguenti condizioni: intanto l'assemblea condominiale deve approvare un intervento che separi i destini di un gruppo di appartamenti al primo piano di un condominio dagli immobili a piano terra; inoltre gli interventi di isolamento termico dovranno assicurare un'incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell'intero edificio; infine dovrà essere redatta un'Ape ante e post intervento e rispettato ogni altro requisito previsto dalla normativa.

Secondo la risoluzione i condòmini potranno beneficiare del 110% relativamente alle sole spese a loro carico, sia con riferimento agli interventi trainanti che trainati. Inoltre, ciascun di essi potrà calcolare la detrazione in funzione della spesa a lui imputata in base ai millesimi di proprietà (Vedi allegato Ag. Entrate n. 572-2020).

Scarica pdf Ag. Entrate n. 570/2020
Scarica pdf Ag. Entrate n. 572/2020
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: