Secondo l'Autorità la privacy non è d'ostacolo alla pubblicità dei dati relativi ai beneficiari del contributo. L'Inps farà i nomi alla Camera
uomo mette tessera bonus in tasca

Bonus partite Iva, governo pronto ai ripari

[Torna su]

È una bomba fatta scoppiare in piena estate quella dei parlamentari che hanno richiesto e ottenuto dall'Inps il bonus partite Iva durante l'emergenza covid. Da una lato continua la ricerca dei nomi dei parlamentari. Nessuno tra loro ha deciso di autodenunciarsi; alcuni consiglieri comunali invece hanno ammesso di aver preso il bonus, imputandolo come un errore del commercialista. Fatto sta che il Governo è pronto ai ripari con una norma retroattiva per la restituzione dei fondi, anche per consiglieri regionali e sindaci delle metropoli. La normativa precedente non poneva limiti di reddito per autonomi e partite Iva in difficoltà.

Il Garante: «Privacy non è un ostacolo alla pubblicazione dei dati»

[Torna su]

Prende di petto la questione privacy dei furbetti, direttamente chiamata in causa, l'Autorità preposta comunicando all'Inps che i nomi possono essere svelati: perché, in questo caso, non ci sono vincoli di riservatezza che tengano.

Il Garante per la protezione dei dati personali precisa che, sulla base della normativa vigente «la privacy non è d'ostacolo alla pubblicità dei dati relativi ai beneficiari del contributo laddove, come in questo caso, da ciò non possa evincersi, in particolare, una condizione di disagio economico-sociale dell'interessato». E non vale, in particolare, rispetto a soggetti che per la funzione pubblica svolta «le aspettative di riservatezza si affievoliscono, anche per effetto dei più incisivi obblighi di pubblicità della condizione patrimoniale cui sono soggetti».

Il Garante apre un'istruttoria sull'Inps

[Torna su]

Non solo quindi un via libera alla conoscenza dei nomi che non può avvalersi delle garanzie previste per la privacy ma, nello stesso comunicato, il Garante precisa che sarà aperta un'istruttoria «in ordine alla metodologia seguita dall'INPS rispetto al trattamento dei dati dei beneficiari e alle notizie al riguardo diffuse». Nelle ultime ore però, come riporta Repubblica, è stato il presidente dell'Inps Pasquale Tridico a dirsi pronto a rivelare i nomi dei parlamentari che hanno incassato il bonus per le partite Iva. I nomi saranno inoltrati al presidente della Camera già oggi, se il presidente Roberto Fico ne farà formale richiesta.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: