In una circolare del Miur inoltre ci sono le precisazioni concernenti la valutazione finale degli alunni nella scuola elementare
alunna preoccupata con davanti testo di scuola

di Gabriella Lax - Valutazione finale degli alunni nella scuola elementare non con i voti numerici ma con un giudizio. Le modifiche arrivano ancora una volta dal decreto Scuola: a cambiare è il sistema di valutazione per le scuole primarie. Tra voti, lettere e giudizi si tratta dell'ennesima modifica alle pagelle dal 1977. A spiegare meglio la situazione poi la circolare del 9 giugno del Miur (in allegato).

Elementari, come cambia il voto

[Torna su]

Dal prossimo anno si torna al giudizio descrittivo che prende il posto della tradizionale numerazione da 1 a 10. Un cambiamento che ha trovato il parere favorevole dei pedagogisti e voluto dal mondo della scuola che aveva proposto di inserirle già nelle ordinanze per esami di Stato e scrutini finali. Il senso quale sarebbe? Il giudizio tiene conto della specificità e della individualità di ogni singolo bambino, invece il voto numerico livella e rende tutti uguali.

Scuola, come si sono modificate le votazioni

[Torna su]

Si parte nel 1977 segna il debutto dei giudizi descrittivi al posto dei voti in decimi. E si va avanti così per 12 anni. Tra cambiamenti in un senso o nell'altro, si passa dalla lettere ai numeri fino alla legge Gelmini del 2008 che ripristina il voto in decimi. Adesso è un emendamento inserito al Senato al decreto Scuola, per l'anno scolastico 2020/21: i voti i decimi salutano e ritornano di nuovo i giudizi. Che questo possa succedere con le lettere o con altro ancora non è dato sapere. Si attendono prossimi sviluppi.

Scuola, i chiarimenti della circolare

[Torna su]

In una circolare del Miur arrivano "Ulteriori precisazioni concernente la valutazione finale degli alunni per anno scolastico 2019 2020". Per quanto riguarda la pubblicità degli esiti degli scrutini delle classi intermedie delle scuole di ogni ordine e grado, per assicurare il rispetto del quadro normativo in materia di protezione dei dati - Regolamento per la pubblicazione on line degli esiti degli scrutini delle classi intermedie delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado si intende la pubblicazione in via esclusiva nel registro elettronico. Pertanto, gli esiti degli scrutini con la sola indicazione per ciascun studente "ammesso" e "non ammesso" alla classe successiva, sono pubblicati, distintamente per ogni classe, nell'area documentale riservata del registro elettronico, cui accedono tutti gli studenti della classe di riferimento.

Diversamente i voti in decimi, compresi quelli inferiori a sei decimi, riferiti alle singole discipline, sono riportati, oltre che nel documento di valutazione, anche nell'area riservata del registro elettronico a cui può accedere il singolo studente mediante le proprie credenziali personali.

Nel caso invece di istituzione scolastica sprovvista di registro elettronico, è consentita la pubblicazione all'albo della scuola degli esiti degli scrutini, con la sola indicazione di ammissione/non ammissione alla classe successiva. Per evitare assembramenti e garantire le necessarie misure di sicurezza e distanziamento, il dirigente scolastico predispone una calendarizzazione degli accessi all'albo dell'istituzione scolastica e ne dà comunicazione alle famiglie degli alunni.

Scarica pdf Circolare Miur 9 giugno 2020
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: