Il delitto di turbativa violenta del possesso di cose immobili ex art. 634 c.p. sanziona chi turba con violenza o minaccia l'altrui possesso
pedina azzurra distrugge pedine bianche con effetto domino

Il testo dell'art. 634 c.p.

[Torna su]

"Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, turba, con violenza alla persona o con minaccia, l'altrui pacifico possesso di cose immobili, è punito con la reclusione fino a due anni e con la multa da euro 103 a euro 309. Il fatto si considera compiuto con violenza o minaccia quando è commesso da più di dieci persone".

Il reato di turbativa violenta di cose immobili: definizione e ratio

[Torna su]

Ai sensi dell'art. 634 c.p. è punito chiunque, laddove il fatto non configuri l'ipotesi di cui all'art. 633 c.p. (ovvero invasione di terreni o edifici), mediante esercizio della violenza sulla persona oppure con minaccia di un male ingiusto, turbi il possesso pacifico delle altrui cose immobili. Si tratta di un delitto contro il patrimonio, comune (dacché può essere commesso da chiunque) e perseguibile a querela della persona offesa. Essenzialmente si pone in un rapporto di complementarietà rispetto al precedente articolo (invasione di terreni o di edifici), tenuto anche conto che possono essere ascritte alla norma in oggetto quelle condotte di turbativa che siano state poste in essere da almeno dieci persone (in caso contrario si configurerebbe un delitto diverso). Si pensi, ad esempio, a tutte quelle condotte di attorniamento del perimetro dell'immobile che siano tese a determinare una perdurante molestia o assillo, tali da pregiudicare il pacifico godimento del possesso. Ovviamente la turbativa deve essere arrecata al soggetto che goda del possesso pacifico, ovvero quello acquisito senza violenza o clandestinità.

La differenza del reato di cui all'art. 634 c.p. dalle altre fattispecie sussidiarie

[Torna su]

Il reato di cui all'art. 634 c.p. non comporta mai lo spossessamento, ma una condizione di vessazione scaturente dalla condotta molesta di almeno più di dieci persone.

L'impiego dell'espressione violenza sulla persona rimanda al disposto di cui all'art. 581 c.p. (ovvero il reato di percosse).

La pena

[Torna su]

Il delitto di turbativa al possesso di cose immobili determina l'applicazione della pena della reclusione fino a due anni e la multa da euro 103 a euro 309.

Elemento soggettivo

[Torna su]

Il delitto di turbativa nel possesso di cose immobili è punito a titolo di dolo generico, essendo richiesta, ai fini della configurabilità del reato, la premeditazione cosciente di voler arrecare turbamento al godimento nel possesso di cose immobili altrui.

Daniele PaolantiDaniele Paolanti - profilo e articoli
E-mail: daniele.paolanti@gmail.com Tel: 340.2900464
Vincitore del concorso di ammissione al Dottorato di Ricerca svolge attività di assistenza alla didattica.
Condividi
Feedback

(21/05/2020 - Avv.Daniele Paolanti) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: